Christopher The Conquered: Il singolo “What’s The Name Of The Town?” in anteprima

L’americano Christopher The Conquered arriva finalmente in Italia per la prima volta verso la chiusa di novembre, per ben tre settimane di intenso tour. Noi lo celebriamo facendovi ascoltare in anteprima il suo singolo “What’s The Name Of The Town”, tratto dal live album “A Passing Memory”, uscito ieri, martedì 11 novembre, che contiene sia pezzi inediti che pubblicati nei mesi scorsi.

Iniziate bene la giornata cliccando “play” sul lettore:

 

Ma chi è Christopher? Si tratta di un artista a tutto tondo: un cantastorie, un autore, un cantante, un performer, un pianista. Il suo intento, insieme ai propri strumenti musicali e ad altri musicisti, è quello di raccontare storie che portino se stesso e il proprio pubblico ad un punto di riflessione. L’album è stato registrato il 31 gennaio 2014 su nastro analogico all’interno della Salisbury House di Des Moines (Iowa), dimora del magnate Carl Weeks, costruita negli anni ’20 sul modello della King’s House di Salisbury, in Gran Bretagna.

All’interno della mansione si trova un bellissimo pianoforte Steinway & Sons, costruito su misura per Weeks. Il piano è stato suonato, nel corso degli anni, da nomi illustri tra cui Louis Armstrong. “A Passing Melody” contiene brani di album passati, brani che saranno inseriti nell’album in studio di prossima uscita e anche una traccia completamente nuova ed esclusiva, che non si trova quindi su nessun altro disco.

Il primo singolo estratto dall’album è “What’s the Name of the Town?”, un brano che parla del trovare un posto da chiamare “casa”. Non si tratta di un posto preciso: ogni giorno, ogni luogo, infatti, può essere definito tale. Basta essere consapevoli e grati dell’opportunità che ci sono in quel posto. Il segreto è smettere di pensare che si vorrebbe essere altrove, che si vorrebbe essere qualcun’altro. La musica di Christopher the Conquered è il rock and roll, influenzato però dalla tradizione cantautorale americana, dal jazz, dal blues, il tutto mescolato per creare canzoni pop ricche di sentimento e passione.

Durante le sue performance Christopher regala una serie di brani incalzanti – in bilico tra il pop, il folk e il soul – che ricordano i maestri del genere come Randy Newman e Billy Joel: assolutamente da non perdere. Il suo linguaggio si contraddistingue per lo spiccato uso di umorismo e satira, elementi che contribuiscono in maniera fondamentale a rendere i suoi live un’esperienza unica.

Scroll To Top