Cineconcerto Claudio Abbado: Omaggio al cinema russo

Un novembre all’insegna del cinema russo, attraversando l’intero Novecento e arrivando ai nostri giorni con il vincitore dell’ultima Mostra del Cinema di Venezia, il personalissimo “Faust” di Aleksandr Sokurov.

Omaggio ad Aleksandr Sokurov
7-23 novembre, Cinema Lumière
E proprio con l’Omaggio ad Aleksandr Sokurov si aprirà il mese che la Cineteca di Bologna dedica al cinema russo. Lunedì 7 novembre è in programma “Il sole” (ore 18, Cinema Lumière), terzo e ultimo capitolo del trittico sui tiranni del Novecento, incentrato in questo caso sull’imperatore giapponese Hirohito, per proseguire con una tripla proiezione giovedì 10 novembre: alle ore 18 è in programma “I racconti del tragico assedio di Leningrado nella lettura dei cittadini di oggi”; alle ore 20 (in replica anche mercoledì 23 novembre alle ore 19), “Arca russa”; alle ore 22.15 (e in replica anche mercoledì 16 novembre alle ore 17.45), “Taurus”.
Prima di “Faust” (che chiuderà la retrospettiva mercoledì 23 novembre alle ore 21), l’omaggio di Sokurov a un grande violoncellista: “Elegia della vita. Rostropovich, Vishnevskaya” (sabato 12 novembre, ore 18).

Tutto S.M. Ejženštein
15-30 novembre, Cinema Lumière
Martedì 15 novembre (alle ore 20 al Cinema Lumière), con l’epico “Sciopero” del 1924 (presentato dal critico cinematografico Alberto Crespi) si inaugura invece Tutto S.M. Ejženštein, retrospettiva completa (promossa dalla Cineteca di Bologna in collaborazione con “CIMES Progetti di cultura attiva 11/12″ del Dipartimento di Musica e Spettacolo – Centro CIMES dell’Università di Bologna, Associazione Culturale Dioniso, Assessorato alla Cultura del Comune di Milano – Ufficio Cinema e curata da Dunja Dogo, Andrea Morini, Elena Furletti) del maestro che forse più di ogni altro ha segnato la stagione magica del cinema sovietico immediatamente successivo alla Rivoluzione d’Ottobre.

Proprio “Ottobre” è in programma mercoledì 16 novembre, ore 22.30 (replica domenica 20 novembre, ore 22.15), mentre i due capitoli dell’incompiuto ritratto di “Ivan il Terribile” sono in programma, il primo, giovedì 17 novembre alle ore 20, il secondo, con il titolo “La congiura dei Boiardi”, domenica 20 novembre alle ore 20, seguito da un prezioso frammento di scena del terzo e mai realizzato capitolo. Un altro titolo entrato nel mito dell’immaginario collettivo cinematografico, “La corazzata Potëmkin”, è in programma sabato 19 novembre alle ore 20 (con replica lunedì 21 novembre alle ore 18.15), seguito martedì 22 novembre (ore 18, Cinema Lumière) dal film della riconciliazione con il regime staliniano, l’“Aleksandr Nevskij” con le musiche di Sergej Prokof’ev.

Una tripla proiezione per lunedì 28 novembre, a partire dalle ore 17.15: apre il mediometraggio “Il prato di Bežin”, seguito da quel mix di propaganda e genio ritmico-visivo che è “Il vecchio e il nuovo”, per chiudere con la brevissima prima prova cinematografica di Ejženštein, “Il diario di Glumov”. Chiudono la retrospettiva mercoledì 30 novembre (ore 20, Cinema Lumière) “Que viva Mexico!” e “Romance sentimentale”, diretto a quattro mani con Grigorij Aleksandrov durante il soggiorno parigino del 1930.

L’Orchestra Mozart incontra il cinema russo
20-23 novembre, Auditorium Manzoni
Un evento unico intreccerà poi percorsi cinematografici e musicali: mercoledì 23 novembre, alle ore 20 all’Auditorium Manzoni, l’Orchestra Mozart, diretta da Claudio Abbado, si unirà all’Orchestra e al Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia per eseguire le musiche che Dmitrij Šostakovi? scrisse per il film “Re Lear” di Grigorij Kozincev, mentre verranno proiettate scene dal film, nella pellicola di Gaumont Pathé Archive. In programma, nella prima parte della serata, anche un’altra pagina di ispirazione shakespeariana: La Tempesta di ?ajkovskij. La proiezione integrale del “Re Lear” di Grigorij Kozincev anticiperà il concerto domenica 20 novembre, alle ore 20 al Cinema Lumière.

Questa serata rientra nel ciclo L’Orchestra Mozart incontra il cinema russo. L’iniziativa, che si fregia dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è realizzata dall’Orchestra Mozart con la collaborazione della Cineteca di Bologna e coinvolgerà tra il 2011 e il 2012 alcune fra le più importanti istituzioni musicali italiane, come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Teatro San Carlo di Napoli e il Teatro Regio di Parma. La Mozart si unirà di volta in volta con le relative compagini orchestrali e corali. Parteciperanno inoltre cori di primo piano quali il Coro Cantemus di Budapest e l’Arnold Schoenberg Chor di Vienna, e grandi solisti come il soprano Anna Caterina Antonacci, il contralto Sara Mingardo e il basso Anatoli Kotscherga. Il ciclo comprende titoli fondamentali della cinematografia russa e le loro colonne sonore: oltre al “King Lear”, sono programmati “Ivan il Terribile” e “Alexàndr Nevskij” di S.M. Ejženštein con le musiche di Sergej Prokof’ev.Fonte: CinetecaUfficioStampa2

Scroll To Top