Cineforum sulle cure palliative: Quando il cinema può aiutare un dibattito

Giovedì 4 marzo, alle 19.45, presso la Sala 1 del Cinema Fiamma di Roma sarà proiettato, in esclusiva per ANTEA Associazione e grazie alla concessione di Medusa Film, l’ultimo film di Paolo Virzì “La Prima Cosa Bella”.

Seguirà un cineforum che vedrà presenti il regista della pellicola e il dott. Giuseppe Casale (Coordinatore Scientifico e Sanitario di ANTEA e Direttore Didattico di ANTEA Formad) che cercheranno di stimolare un dibattito con il pubblico presente in sala sul il tema del fin di vita e della cure palliative, prendendo spunto proprio dalla visione de “La Prima Cosa Bella”.

Il film infatti vede la protagonista, Stefania Sandrelli, che accetta e affronta con grande coraggio la propria malattia, allo stadio terminale, assistita dai figli con i quali ritrova l’affiatamento perso tanti anni prima. La Sandrelli, nel film, decide di trascorrere gli ultimi giorni della sua vita a casa, circondata dall’affetto di parenti e amici, curata semplicemente con quei farmaci che le possono alleviare il dolore.

Il dott. Casale si dice contento di poter affrontare questa tematica nei giorni in cui alla Camera è in esame la legge sulle cure palliative e di poterlo fare attraverso una pellicola cinematografica. Dice il dott. Casale «Il cinema ci fa immedesimare nelle storie degli altri e ci chiama ad un confronto diretto con le loro esperienze».

Scroll To Top