Cinema Scandinavo a Bologna: Inaugura Bent Hamer

Parte giovedì 23 aprile al Cinema Lumière la rassegna tutta in versione originale “Luci d’inverno. Autori e tendenze del cinema scandinavo d’oggi“.

Ad inaugurare la kermesse sarà la pellicola “Il mondo di Horten” di Bent Hamer, con una proiezione speciale alla quale seguirà un incontro col regista.

Questo il programma fino a mercoledì 29 aprile:

Giovedì 23 aprile, ore 16, Cinema Lumière
FALKENBERG FAREWELL” (Farval falkenberg, Svezia-Danimarca/2006) di Jesper Gaslandt
L’ultima estate di spensieratezza, fra i paesaggi incontaminati di un piccolo paese svedese, di cinque amici sui quali incombono la consapevolezza della separazione e le incertezze dell’età adulta. Esordio di una troupe di giovanissimi, amici nella vita come nella finzione, girato con attrezzature digitali di fortuna e un uso della macchina a mano che guarda al Van Sant più sperimentale.
Versione originale sottotitoli italiani

Giovedì 23 aprile, ore 17.45, Cinema Lumière
WORLD OF GLORY” (Harlig ar jorden, Svezia/1991) di Roy Andersson
Versione originale sottotitoli italiani
WATER EASY REACH” (En dag til i solen, Norvegia-Spagna/1998) di Bent Hamer
In un porticciolo della Galizia si incrociano i destini di personaggi bizzarri: un marinaio norvegese che attende la riparazione di un orologio, la bella Marta che vive nel faro con il padre ossessionato dai profumi e un lupo di mare australiano dai trascorsi avventurosi. Una commedia stralunata che coniuga il burlesque con atmosfere da realismo magico.
Versione originale sottotitoli italiani

Giovedì 23 aprile, ore 22.30, Cinema Lumière
IL MONDO HORTEN” (O’Horten, Norvegia-Germania-Francia/2008) di Bent Hamer
Un macchinista in pensione sembra avviato a concludere senza scossoni il proprio transito sulla terra dopo una vita metodica e senza impennate. Ma fuori dai binari su cui ha trascorso quasi quarant’anni, la sorte ha ancora in serbo per lui eventi e incontri inattesi. Opera crepuscolare e metaforica intrisa di malinconica ironia.
Anteprima, in collaborazione con Reale Ambasciata di Norvegia, Archibald Enterprise Film e The Match Factory.
Al termine, incontro con Bent Hamer
Versione originale sottotitoli italiani

Venerdì 24 aprile, ore 20.30, Cinema Lumière
URO” (Norvegia/2006) di Stefan Faldbakken
Hans Petter mette da parte il suo passato da delinquente ed entra in polizia nella squadra antinarcotici di Oslo. Ma la sua natura impulsiva mal si concilia con le procedure e i fantasmi del passato che lo spingono sul periglioso crinale tra il bene e il male.
Versione originale sottotitoli italiani

Venerdì 24 aprile, ore 22.15, Cinema Lumière
ALLEGRO” (Danimarca/2005) di Christoffer Boe
Per il pianista Zetterström il ritorno, dopo anni, nella sua Copenaghen significa fare i conti con un passato doloroso a lungo rimosso. Il suo è un viaggio tarkovskiano nel ventre allucinato di una città più simbolica che reale. Per lo spettatore un’esperienza visiva di onirica suggestione.
Versione originale sottotitoli italiani

Sabato 25 aprile, ore 18.30, Cinema Lumière
NEXT DOOR” (Naboer, Norvegia-Svezia-Danimarca/2005) di Pål Sletaune
Pazzo per amore. La perdita della fidanzata è per John un biglietto di sola andata per un viaggio nell’inferno dell’allucinazione, sotto le vesti di due perverse e complici dirimpettaie. Dramma psicologico e thriller erotico ai confini del pulp, dove il sangue e il sesso dischiudono il vaso di Pandora della follia.
Versione originale sottotitoli italiani

Domenica 26 aprile, ore 18, Cinema Lumière
THE BOTHERSOME MAN” (Den brysomme mannen, Norvegia/2007) di Jens Lien
Sembra uscito dalla penna di Saramago questo strano paese in cui tutti ostentano un forzato buonumore, ma in cui l’alcol non ubriaca, i tradimenti passano indisturbati, le risate non divertono ed è perfino impossibile morire. Un mondo a rovescio che la graffiante satira di Lien colora di irresistibili momenti di humour nero.
Versione originale sottotitoli italiani

Domenica 26 aprile, ore 20, Cinema Lumière
REPRISE” (Norvegia-Svezia/2006) di Joachim Trier
Metà anni Settanta. Un gruppo di ventenni si affaccia all’età adulta: c’è chi diventa uno scrittore di culto, chi naviga senza talento ai margini del successo, chi sceglierà una tranquilla vita borghese. “Un film sull’amicizia e sulle aspirazioni che si dissolvono di fronte alla realtà della vita, accorato e triste, divertente e malinconico” (Joachim Trier).
Versione originale sottotitoli italiani
[PAGEBREAK] Lunedì 27 aprile, ore 18, Cinema Lumière
THE SEA” (Hafio, Islanda/2002) di Baltasar Kormákur
Riunione di famiglia, tra i fiordi d’Islanda. Presiede Thórdur, padrone-patriarca, re Lear con troppi fool. Ordine del giorno: discutere il futuro dell’azienda da lui fondata. Risultato: tutti insieme per farsi del male, tra peccati, vendette, perversioni che riemergono come geyser da una camera magmatica.
Versione originale sottotitoli italiani

Lunedì 27 aprile, ore 22.15, Cinema Lumière
SONGS FROM THE SECOND FLOOR” (Sangers fran andra vaningen; Svezia-Norvegia-Danimarca/2000) di Roy Andersson
Una plumbea città svedese, paralizzata dal traffico e da un interminabile corteo di flagellanti, affoga nella follia dei suoi abitanti mentre un poeta ne osserva il declino tra le lacrime dal letto di un ospedale psichiatrico. Raffinato esercizio di stile (con richiami alla pittura espressionista) tinto di atroce sarcasmo.
Versione originale sottotitoli italiani

Martedì 28 aprile, ore 18, Cinema Lumière
EGGS” (Norvegia/1996) di Bent Hamer
Il ritorno di un figlio demente ossessionato dalle uova d’uccello rompe l’equilibrio che da decenni regola l’esistenza di due anziani fratelli, isolati in una casetta di campagna. Ai confini del mondo e dei rapporti umani, un’opera prima che rivela un gusto kaurismäkiano per l’assurdo velato di malinconico humour nero.
Versione originale sottotitoli italiani

Martedì 28 aprile, ore 22.30, Cinema Lumière
INVOLUNTARY” (De ofrivilliga, Svezia/2008) di Ruben Östlund
Nella straniante estate svedese raggelata dall’uso esclusivo di inquadrature fisse, cinque episodi fusi tra loro intorno al tema dell’influenza, spesso nefasta, del gruppo sull’individuo. Affascinante opera prima, presentata a Cannes 2008.
Versione originale sottotitoli italiani

Mercoledì 29 aprile, ore 22.30, Cinema Lumière
YOU, THE LIVING” (Du levande, Svezia-Germania-Francia-Danimarca-Norvegia/2007) di Roy Andersson
Una maestrina che litiga per motivi futili con il marito, una ragazzina follemente innamorata di un giovane musicista, una donna che sfoga sul compagno e nel bere le sue frustrazioni. La tragedia del quotidiano esistere in una serie di tableaux vivants in cui gli uomini si muovono come automi trafitti da noia e dolore di fronte alla fissità della macchina da presa.

Scroll To Top