Claudio Rocchi: Morto oggi a Milano

È morto oggi a Milano all’età di 62 anni Claudio Rocchi, ex-bassista degli Stormy Six ma anche cantautore, conduttore radiofonico italiano e protagoinista della storia del rock italiano.

Rocchi aveva scoperto di essere affetto da una malattia degenerativa circa un anno fa ma questo non l’aveva affato fermato, anzi, aveva iniziato a scrivere la sua autobiografia “La Settima Vita” e insieme a Gianno Maroccolo era nel progetto “Nulla È Andato Perso”.

Questo il suo ultimo messaggio su Facebook:

Messaggio per le amiche e gli amici raisers che hanno sottoscritto la campagna «vbd23/nulla è andato perso» su musicraiser.com

Ciao,
se frequentate la mia bacheca di Facebook è possibile abbiate saputo di come recentemente la mia situazione fisica si sia sensibilmente trasformata. Se non sapete nulla basta fare un giro su FB in «claudio rocchi volo magico» per trovare esaurienti aggiornamenti.

Ovviamente tutto ciò ha tenuto me e Gianni “distratti” dai missaggi finali del disco per un mese buono e più. L’annunciata versione in inglese su indiegogo.com «vdb23/nothing was lost» per ora è accantonata.

In Ospedale ho cominciato a scrivere la mia bio, penna e carta, senza computer: “la settima vita”.
Una serie di impegni precedentemente assunti con scadenza fissa (il Festival Per Voi Giovani, ad esempio 19<26 Giugno all'Auditorium di Roma, e una serie di di 4 puntate per la televisione dallo stesso titolo che andranno in onda in estate) ancora, in questi ultimi giorni, mi impegnano da mattina a sera.
Gianni ha ripreso a lavorare in studio con Moka alla postproduzione e ai missaggi di «vbd23/nulla è andato perso» e ora ci si muove spediti.
Loro lavorano in Toscana, mi mandano files di lavoro su cui ci confrontiamo, facciamo riflessioni varie, aggiustamenti.
Missare è un’Arte particolare. Si ricavano spazi, delineano piani sonori, aggiungono effetti, riassemblano parti strutturali, trattano voci e strumenti.
Abbiamo ricevuto contributi straordinari da Cristina Donà, Piero Pelù, Massimo Zamboni, Alessandra Celletti, Franco Battiato, Emidio Clementi, Miro Sassolini, Fulvio A.T. Renzi, Beppe Brotto.

Ad ora sono “quasi finiti” 4 pezzi: Eri altro da me, 5.12 – VDB23, 13.20 – Nulla è andato perso, 8.42 – Tutti gli uomini tutte le donne, 2.50 –
Impostati: Les dernières sept minutes, 8.20 – Rinascere 22,50
Da affrontare: Torna con me, 7.54 Suonano bene, 5.02 Traccia Multibasso, forse numerosi brevi takes a intercalare i pezzi, forse un pezzo unico sui 6 < 8 minuti. Siamo oltre gli 83 minuti: impossibile tenere tutto. Un cd al massimo tiene 74 minuti ma certo la musica non si vende a peso. Alla fine prevarranno scelte di ordine artistico musicale e non certo "l'infilarci più roba possibile". Tra l'altro il cd certo conterrà bonus tracks rispetto all'LPvinile per il quale un prodotto di qualità richiede, per potere tenere solchi distanziati e alte dinamiche, tempi per facciata che non superino i 25 minuti max per facciata. Per il dvd abbiamo il cartone animato di Davide Bastolla per CortoonsFestival ultimato e molto bello. Abbiamo la video arte concettuale dei Masbedo che ha vestito di immagini «Les dernières set minutes» Abbiamo il cortometraggio di A.C.A.U e sto montando il "making of", backstage di lavorazione di vdb23. Infine il libro «vdb23/storie di un suonatore indipendente»: negli uffici di Arcana Editrice, a Roma, Francesco Coniglio lavora con Alessandro d'Urso ed un grafico e tutto procede "gorgeous". Una costante accomuna tutti gli elementi del ns progetto: siamo in ritardo. Le tournée di Gianni con Litfiba, Deproducers i suoi impegni di produttore per terzi, i 40 gg almeno che mi hanno bloccato per i noti sviluppi fisici, altre cose cui abbiamo già accennato. Ora Gianni, a breve, torna a fare prove poi concerti con Litfiba; prima del 19 ci saranno prove a Roma per il concerto del 26 con Battiato. Tempo fa, il 9 Aprile, io personalmente ho spedito più di 600 mail private a tutti voi chiedendovi di confermare i Vs ordini e soprattutto i Vs. indirizzi postali. Non sempre i dati giratici da Musicraiser apparivano completi. Qualcuno aveva scherzato, dando come indirizzo "Afghanistan" piuttosto che "i love you". Ad oggi dopo 60 gg nemmeno tutti avete risposto e per favore, che chi non l'ha fatto lo faccia scrivendo a info@claudiorocchi.com L'ottimo Paolo Careddu sta verificando tutto e preparando le sezioni d'ordine per le diverse tipologie di spedizione postale. Ma dovete essere pazienti, amiche e amici. Non solo, come è evidente non abbiamo fatto le spedizioni entro fine maggio, ma ad oggi praticamente nulla è davvero pronto per le spedizioni. Ci scusiamo e rammarichiamo, confortati solo dalla certezza che il lavoro che Vi offriremo sia di altissimo livello. Non dovremmo essere noi a dirlo ma credete, riascoltare in questi gg i materiali musicali "ad orecchie fresche" mi ha sorpreso come ha sorpreso Gianni. Vi terremo informati, passo dopo passo. Inutile buttare lì date ora per rischiare di topparle ancora. Stiamo lavorando e non ci fermiamo più sino alla fine. Grazie per la comprensione. Hugs"

Scroll To Top