Concertino: “Our Way”, tra l’incanto di Bartok, Rota e Shostakovich

È uscito il 6 Marzo “Our Way“, nuovo progetto discografico dei Concertino, ensemble moldavo con più di 15 anni di attività alle spalle. Per questa nuova avventura musicale, il gruppo dell’est europa ha deciso di esplorare nelle meravigliose note del XX Secolo, iportantissimo momento per la storia della musica contemporanea, teatro di innovazioni di forme e stili musicali.

Per questa ragione i Concertino hanno rispolverato tre pilastri del 900: Dmitri Shostakovich, Nino Rota e Bela Bartok. Attraverso le armonie di questi geni, dopo le incursioni del periodo barocco e nel mondo folk, l’ensemble affronterà dunque il complessisimo secolo musicale attraverso il loro tipico organico orchestrale: le sei fisarmoniche, il violino, il flauto, la siringa e il contrabbasso daranno dunque una nuova vita alle meravigliose trame armoniche novecentesche, catturdando lo spirito di un’era di contrasti, evoluzioni e nuovi orizzonti.

Conosciuti soprattutto per i loro concerti energetici e innovativi, i Concertino non mancano mai di entusiasmare gli appassionati grazie anche al sapiente uso della fisarmonica, elemento principale dell’ensemble; uniti dal 2003, hanno avuto il primo contatto con il grande pubblico partecipando al programma tv Romania’s got talent, conquistando gli spettatori con l’esecuzione di “Smooth Criminal” di Micheal Jackosn e de “L’estate” di Antonio Vivaldi.

I Concertino sono: Eugene Negruta (fisarmonica), Mihail Grosu (fisarmonica), Gheorghe Rosca (fisarmonica), Catalin Hioara (fisarmonica), Sergiu Mirzac (fisarmonica), Serghei Paramonov (fisarmonica), Eugene Ursu (violino), Vitaly Negruta (flauto), Stefan Negura (flauto di pan), Maxim Cazacov (contrabbasso).

 

 

 

Scroll To Top