Courmayeur Noir in Festival: domani al via la 23esima edizione

La 23esima edizione del Courmayeur Noir in Festival, al via domani, sarà dedicata alla memoria di Nelson Mandela: «È un dovere di testimonianza civile e un senso di profonda gratitudine che ci ha spinto — dicono i direttori Giorgio Gosetti e Marina Fabbri — a ricordare a modo nostro un grande uomo che ha fatto grande il nostro tempo e che trascorse una lunga parte della sua vita e della sua lotta politica dietro le sbarre. Del resto anche il nostro film d’apertura diretto, da un maestro del cinema come Atom Egoyan, parla di giustizia, diritto, valori profondi. Siamo grati a Istituto Luce Cinecittà che per ricordare Mandela ci ha messo a disposizione le immagini del film di Bille August “Good Bye Bafana” con cui il messaggio universale del vincitore dell’apartheid sarà protagonista anche a Courmayeur».

Il film diretto da Egoyan è “Fino a prova contraria – Devil’s Knot“, interpretato da Colin Firth e ispirato alla vera storia di uno scandalo processuale.

In programma nella giornata di apertura del festival la presentazione di “A Loreley”, videoclip della rock band L’Orage estratto dall’album L’Età dell’Oro (Sony Classical), e le prime “conversazioni con gli scrittori” al Jardin de l’Ange, con Federico Tavola e l’ex poliziotto della squadra narcotici Nicola Longo che si racconta nel libro “Il poliziotto”.

Al PalaNoir la giornalista Luisella Costamagna e il criminologo Marco Picozzi presentano invece il nuovo canale di real tv CI Crime + Investigation che debutterà sulla piattaforma Sky il 16 dicembre.

A seguire l’omaggio al cinema noir di Barcellona Catalana I Criminal (a cura di Lorenzo Codelli) e il primo film in concorso, “The Hour of the Lynx” del danese Soren Kragh-Jakobsen (già autore del Dogma “Mifune”).

Il programma completo del Courmayeur Noir in Festival (10 – 15 dicembre) è disponibile sul sito della manifestazione.

Fonte: Comunicato

Scroll To Top