Cronaca di una passione

In occasione dei 50 anni dall’uscita del film di Federico Fellini “La Dolce Vita” la casa editrice Edizioni Sabinae, nella collana di cinema italiano, pubblica un saggio di Padre Angelo Arpa che ripercorre il “pandemonio politico e religioso” che il film suscitò nell’Italia degli anni Sessanta.

Una testimonianza unica e straordinaria quella di Angelo Arpa che frequentò ed ebbe come amico Federico Fellini per oltre quarant’anni. Arpa, padre gesuita, conobbe Fellini al Festival di Venezia del 1954 per poi accompagnarlo lungo tutta la sua carriera artistica fatta di successi, premi Oscar e molte insidie dovute alla morale e alla società che stava cambiando.

La testimonianza di Angelo Arpa è preziosa perché non solo analizza i fatti, ma svela molti retroscena finora inediti visti da chi all’epoca era nei “poteri” vaticani e della politica italiana.

“La Dolce Vita” rimane un capolavoro artistico ed uno spartiacque nella modernità europea.

Scroll To Top