Cupidity: Un progetto per giovani registi guidato da Faenza

È stato presentato al Festival Internazionale del Film di Roma, che si è concluso sabato scorso, il progetto Cupidity rivolto agli aspiranti registi: i partecipanti dovranno inviare una sceneggiatura per un cortometraggio e i tre progetti ritenuti più interessanti saranno finanziati e prodotti.

Cupidity è sponsorizzato da Unilever con il marchio Cornetto Algida e guidato dal regista Roberto Faenza e dall’Università la Sapienza.

«Si tratta di una bella sfida per quello che io chiamo il popolo senza terra — ha dichiarato Roberto Faenza — quella platea sterminata di tantissimi giovani registi, attori, sceneggiatori e tecnici che rappresentano una gente senza terra, nel senso che non trova sbocco alla diffusione del proprio talento. Alla Sapienza abbiamo svolto un censimento e scoperto che in Italia esistono 858 rassegne cinematografiche e oltre 25.000 aspiranti registi. Un numero sconcertante che non trova ascolto. Dovrebbe essere la televisione a coprire il vuoto e invece tace. A conferma che aveva ragione Indro Montanelli, quando scriveva che i manager della televisione andrebbero puniti non per quello che fanno ma per ciò che non fanno. Il lancio di Cupidity non può certo colmare tanto vuoto, ma è pur sempre un segnale di coraggio. È stimolante che una multinazionale come Unilever e la Sapienza si pongano l’obiettivo di confrontarsi con i linguaggi emergenti».

Tutte le info su cupidity.itFonte: Comunicato

Scroll To Top