DGA Awards 2015, vince Alejandro G. Iñárritu con Birdman

Alejandro González Iñárritu ha vinto ieri sera, sabato 7 febbraio, il DGA Award 2015 per la regia di “Birdman“: dopo il SAG Award al miglior cast e il PGA Award alla migliore produzione cinematografica, anche la Directors Guild of America dà una spinta al film di Iñárritu verso gli Oscar maggiori. Gli altri registi in gara ai DGA Awards erano Wes Anderson per “The Grand Budapest Hotel“, Clint Eastwood per “American Sniper“, Alejandro González Iñárritu per “Birdman“, Richard Linklater per “Boyhood” e Morten Tyldum per “The Imitation Game“.

Laura Poitras ha ricevuto il DGA per la miglior regia di un film documentario con “Citizenfour”, mentre Lisa Cholodenko è stata premiata per la miniserie HBO “Olive Kitteridge”, appena andata in onda anche su Sky (qui l’elenco completo dei premiati, comprese le categorie televisive).

Le statistiche dicono che ora per Alejandro González Iñárritu l’Oscar come miglior regista è praticamente sicuro, visto che da quando il Directors Guild of America Award è nato, 67 anni fa, sono solo sette le volte in cui il vincitore non è poi stato premiato anche con un Academy Award. L’avversario maggiore, anche nella categoria del miglior film, dovrebbe essere “Boyhood”.

La cerimonia degli Oscar si terrà domenica 22 febbraio al Dolby Theatre di Los Angeles e i candidati come miglior film sono “American Sniper” di Clint Eastwood, “Birdman”, “Boyhood”, “The Grand Budapest Hotel” di Wes Anderson, “The Imitation Game” di Morten Tyldum, “Selma” di Ava DuVernay, “La Teoria del Tutto” di James Marsh e “Whiplash” di Damien Chazelle. La cinquina dei migliori registi è quasi identica a quella dei DGA, con Bennett Miller (“Foxcatcher”) che prende il posto di Clint Eastwood (qui tutte le nomination).

Foto: The Hollywood Reporter

Scroll To Top