Diego Lerman presidente di giuria alle Giornate degli Autori

Il regista Diego Lerman presiederà la giuria delle Giornate degli Autori alla 71esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia (27 agosto – 6 settembre).

La sezione, tradizionalmente non competitiva, assegnerà quest’anno per la prima volta il Venice Days Award (20mila euro) al migliore dei tredici film in programma.

Diego Lerman, nato in Argentina nel 1976, ha diretto “Tan de repente” (2002, Pardo d’Argento a Locarno), “Mientras tanto” (presentato proprio alle Giornate degli Autori nel 2006), “La mirada invisible” (2010) e “Refugiado” (2014, Quinzaine des Réalisateurs).

Il regista ha commentato così la notizia: «Conosco il clima che si respira in questa sezione della Mostra di Venezia e penso che sarà molto divertente. Pensate che debba portare con me una corazza e qualche arma di difesa per tenere a bada giurati e registi?»

I suoi giurati saranno i ventotto giovani, provenienti da altrettanti paesi dell’Unione Europea e di età compresa tra i 18 e i 26 anni, che parteciperanno al campus di “28 Volte Cinema“.

«Non potevamo certo proporre un premio delle Giornate — spiega il delegato generale della sezione Giorgio Gosetti — utilizzando metodi e giurie tradizionali. Scommettiamo invece sulla passione di un gruppo di giovani spettatori e sulla competenza di un regista di classe internazionale, ma giovane anch’egli, per fare del lavoro di una giuria un momento trasparente ed appassionato di riflessione sul cinema che verrà; quasi un sondaggio sui gusti del nuovo pubblico per cui lavoriamo».

Fonte: Comunicato

Scroll To Top