Due versioni diverse per The Hateful Eight di Quentin Tarantino

Quentin Tarantino ha preparato due versioni diverse di “The Hateful Eight“, il suo nuovo film western che arriverà nei cinema americani da fine anno (in Italia lo vedremo a febbraio 206): le proiezioni, limitate a poche sale, in pellicola 70mm avranno una durata di 3 ore e due minuti, con tanto di prologo e intermezzo; la versione che circolerà invece un paio di settimane più tardi nei multiplex durerà sei minuti in meno, e non avrà l’intermezzo (altri dodici minuti).

Motivo della scelta? Certe scene funzionano bene solo se proiettate in 70mm, dice il regista: «Volevo dare qualcosa di più agli spettatori del 70mm ma allo stesso tempo non volevo penalizzare le altre proiezioni o le successive visioni casalinghe».

«Non mi aspettavo che si creasse tanta eccitazione intorno al 70mm — continua Tarantino — Vedremo come andrà il film nelle prime due settimane. Spero che il lancio di “The Hateful Eight” possa diventare un esempio da seguire».

La storia di “The Hateful Eight” è ambientata «sei o otto o dodici anni dopo la guerra civile» e vede come protagonisti il cacciatore di taglie John Ruth (Kurt Russell), la prigioniera Daisy Domergue (Jennifer Jason Leigh Leigh), il maggiore Marquis Warren (Samuel L. Jackson — in “Django Unchained”, il western precedente di Tarantino, era lo schiavo Stephen), ex soldato unionista diventato anche lui cacciatore di taglie, e Chris Mannix (Walton Goggins), che dice di essere il nuovo sceriffo.

Nel cast troviamo poi Tim Roth (nei panni di Oswaldo Mobray), Michael Madsen (Joe Gage), Denis Menochet (Bob) e Bruce Dern (il generale Smithers).

Fonte: Variety

Scroll To Top