E’ morta Bobbi Kristina Brown, figlia di Whitney Houston

E’ venuta a mancare la scorsa notte (26 luglio 2015), Bobbi Kristina Brown, figlia di Whitney Houston e del musicista Bobby Brown. La 22enne, era stata ritrovata priva di sensi, la notte del 31 gennaio, nella vasca da bagno della sua casa in Georgia, da allora non aveva più ripreso conoscenza e da febbraio era in coma farmacologico.

La notizia è stata resa nota attraverso un comunicato, redatto personalmente dalla famiglia, nel quale compaiono le seguenti parole: “Finalmente è in pace, nelle braccia di Dio”. Un destino, quello di Bobbi, non tanto dissimile da quello della madre, Whitney, il cui corpo venne rinvenuto nella vasca da bagno della sua stanza al Beverly Hills Hotel a Los Angeles (nel 2012), stroncata da un mix letale di droghe.

Nel corso dei mesi si sono rincorse denunce e inchieste, dalle quali è emerso che Bobbi ricorreva regolarmente a droghe e alcol, un abuso probabilmente indotto dal dolore e dallo shock relativo alla perdita della madre. Gli occhi sono puntati, attualmente, sul fidanzato della giovane, Nick Gordon, accusato inoltre di essersi appropriato indebitamente del denaro di Bobbi mentre lei rimaneva in gravi condizioni in ospedale.

Molto conosciuta nell’ambiente discografico statunitense, Bobbi Kristina avrebbe voluto seguire le orme dei genitori, intraprendendo la carriera musicale. Non hanno tardato, infatti, ad arrivare i primi affettuosi saluti da parte di alcune tra le più note personalità dello spettacolo come: Jermaine Dupri, Snoop Dogg, Missy Elliott, Sam Smith e Erykah Badu.

Scroll To Top