È morta Judith Malina, fondatrice del Living Theatre

È morta a quasi 89 anni (li avrebbe compiuti a giugno) Judith Malina, l’attrice e regista che nel 1947 fondò con Julian Beck il Living Theatre, «la più radicale esperienza — così ne parla Anna Bandettini su Repubblica — di sovversione culturale e teatrale del Novecento». Tra i loro spettacoli più importanti ricordiamo “The Connection”, “The Brig” (sul militarismo e la violenza dell’esercito), “Paradise Now” e “Antigone”.

«Sono una pacifista, credo nella rivoluzione non violenta e anarchica. L’odio non si combatte con l’odio. La mia famiglia fu sterminata in un campo di concentramento, ma nessuno mi convincerà che per battere i nazisti bisognasse prendere le armi. Bisognava toglierle a loro. Io credo che anche la memoria dell’Olocausto istighi una cultura di odio. Dobbiamo cambiare e solo la non violenza può farlo», così parlava ancora Judith Malina negli ultimi anni.

Nel lungo percorso artistico di Judith Malina c’era stato spazio anche per il cinema: “Quel pomeriggio di un giorno da cani” di Sidney Lumet, “Risvegli” di Penny Marshall, “La famiglia Addams” (era la nonna).

Fonte: repubblica.it

In honor of Judith Malina (1926-2015), here's the mission statement of The Living Theatre:"To call into questionwho we…

Posted by American Theatre magazine on Friday, 10 April 2015

Scroll To Top