È morto Pino Daniele

È morto Pino Daniele: il cantautore napoletano, che avrebbe compiuto 60 anni a marzo, è stato colpito nella notte da un infarto.

Pino Daniele si è sentito male questa notte mentre si trovava nella sua casa di campagna in Toscana. Immediatamente è stato trasportato in macchina al Sant’Eugenio di Roma, dove era seguito per i problemi cardiologici di cui soffriva da parecchio tempo. All’ospedale romano, però, è arrivato in condizioni gravissime, e ogni tentativo per salvargli la vita è stato vano.

Come riferito da padre Renzo, sacerdote amico di famiglia di Pino Daniele, i funerali si terranno mercoledì 7 gennaio alle 12 al Santuario del Divino Amore a Roma.

A Napoli, ha fatto sapere il sindaco Luigi de Magistris, nel giorno del funerale sarà dichiarato il lutto cittadino. «Pino è in tutti noi – ha commentato de Magistris - è amato da tutti i napoletani [...]. Non basta il lutto cittadino: metteremo a punto, con la Giunta, iniziative importanti, grandi e originali perché lui è unico. Faremo qualcosa di adeguato alla sua grandezza». Oggi, intanto, bandiere a mezz’asta a Palazzo San Giacomo, sede del Comune, e in via Verdi, nella sede del palazzo del Consiglio Comunale.

Pino (Giuseppe) Daniele esordisce nel 1977 con l’album “Terra mia”, che contiene una delle sue canzoni più amate, “Napule è”. Un paio d’anni dopo arrivano altri brani tra i più noti della sua lunga carriera, come “Je sto vicino a te”, “Chi tene ‘o mare”, “Je so’ pazzo”, “Chillo è nu buono guaglione”, “Ue man!”, “Il mare” e “Putesse essere allero”.

A dicembre 2014 il tour di Pino Daniele, Nero a Metà, aveva toccato varie città italiane, da Bari a Milano, passando naturalmente per Napoli.

Fonte: ANSA

Scroll To Top