Elio E Le Storie Tese: Il libro che ripercorre la carriera

Elio e le Storie Tese, osannato gruppo musicale autore di numerosi successi come “La Terra dei Cachi”, “Servi della Gleba”, “Alfieri” e “Fossi Figo”, secondo a Sanremo 2013 con la pluri-premiata “Canzone Mononota” e al primo posto nella classifica di vendita stilata dalla FIMI nel giugno 2013 con “L’Album Biango”, è il protagonista di “Storie Tese Illustrate”, un’opera edita da Shockdom che attraverso gli scritti e i disegni di Enrico ET Trentin ne ripercorre la carriera discografica illustrando tematiche, citazioni e curiosità legate agli oltre novanta brani eseguiti almeno una volta in studio o dal vivo nel periodo 1979- 1996.

Il libro, disponibile dal 15 luglio sul sito store.shockdom.com ed al “Punto EelST” presente in ogni concerto del “Tour Biango”, sarà distribuito da agosto in tutte le fumetterie e nei negozi specializzati, per arrivare a settembre su Amazon, IBS, nella catena Feltrinelli e nelle migliori librerie. Nel 2014 è prevista la pubblicazione di altri due volumi che completeranno l’opera.

Attraverso stralci di comunicati stampa ufficiali, frammenti di numerose interviste e recensioni ad album e canzoni, “Storie Tese Illustrate” ricostruisce in ordine cronologico la storia tesa della band proponendo anche decine di scalette complete con l’esatto ordine dei pezzi proposti negli show live, un ricco apparato di note d’approfondimento e una disco­videografia completa ed annotata.
Coprendo l’arco temporale che va dal 1979, anno della fondazione, fino al 1996, nel quale gli Elio e le Storie Tese con la canzone “La Terra dei Cachi” salirono alla ribalta nazionale vincendo il Festival di Sanremo arrivando secondi (un miracolo tutto italiano), il volume narra l’epopea di Elio, Rocco Tanica, Cesareo, Faso, Feiez, Christian Meyer, Jantoman e Mangoni (che firma la prefazione del libro) citando imprese al limite dell’impossibile quali la 12 ore di “Ti Amo”, il Contro-Festival di
Sanremo del 1990, la censura in diretta Rai al concerto del Primo Maggio del 1991 e le prime apparizioni televisive a “Mai dire Gol”.

In questo primo libro, inoltre, Enrico Trentin si è cimentato in una divertente trasposizione a fumetti della canzone “Alfieri”, dove il gruppo si presentava così:

“Siamo una banda di bastardi
Trasformata in Complessino
Siamo un nucleo di ghiaccioli
Ecco il nostro bastoncino!
Alfieri del bel canto
Alfieri del nostro bastoncino
Afieri semplicemente alfieri
Così oggi come ieri”

Scroll To Top