F.I.M.I.: Cd, Vinile o … Internet?

Lo scorso 18 marzo, il FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) ha diffuso i dati sui flussi di mercato del settore musica nel 2007. Dall’indagine, è risultato un (non inaspettato) calo generale del 17% – pari a circa 211 milioni di euro in meno.
In particolare, la vendita di CD è calata del 18% (circa 195 milioni di euro in meno) e quella dei singoli del 37% (pari a 1 milione e 200 mila euro). Analoga flessione riguarda anche i DVD, le cui vendite sono scese del 38% (11 milioni di euro in meno). A sorpresa invece si sta verificando un aumento clamoroso di vendita degli LP in vinile, con un incremento di ben il 254%.
Inversamente proporzionale, invece, l’aumento del download (legale!), che nel corso del 2007 ha registrato un’impennata del 26% e con un fatturato di 5,5 milioni di euro: si distinguono le vendite degli album, aumentate del 43%, e dei singoli, passati a più 18%.
Chi dice che internet fa male alla musica?

Fonte: dirittodautore.it

Scroll To Top