Fabrizio Bosso, il 26 maggio esce “Duke” come omaggio a Ellington

Si intitola “Duke” il nuovo album di Fabrizio Bosso ed uscirà il prossimo 26 maggio per la Verve/Universal. Si tratta di un omaggio al “Duca” Ellington.
Fabrizio Bosso, trombettista torinese tra i musicisti jazz più preparati e apprezzati in Italia e a livello internazionale, è in uscita con un nuovo lavoro che per gli appassionati del genere non potrà passare in osservato. Il titolo è “Duke” ed è un’opera di omaggio a uno dei compositori più significativi dell’intero novecento: Duke Ellington; in uscita il 26 Maggio per la Verve/Universal.

L’artista nel corso della sua variegatissima carriera ha percorso strade differenti toccando stili musicali spesso opposti collaborando con artisti come Frankie hi-nrg, Claudio Baglioni o ancora Tullio De Piscopo e Randy Brecker. Ma è proprio con “Duke” che Bosso sugella il legame profondo con l’anima del Jazz.

Per la composizione degli arrangiamenti il jazzista torinese si è servito della preziosa collaborazione di Paolo Silvestri il quale ha scritto delle partiture che vanno oltre il semplice concetto di tributo all’arista. Sono rivisitazioni con vita propria, con i loro percorsi e una loro centralità nella scelta delle note e degli accenti. Proprio su questi eccellenti arrangiamenti la tecnica e la tromba di Bosso hanno scritto assoli maturi e talentuosi.

In “Duke” si riprendono alcuni dei più grandi classici del “Duca” come la sofisticata “I Let A Song Out Of My Head”, alla travolgente “Caravan” per passare alla rinnovata “In A Sentimental Mood”. A completare la tracklist un naturalissmo medley dove Paolo Silvestri ha coeso con maestria due grandi brani: “Black Tan Fantasy” e “Jeep’s Blues”. Ad accompagnare la tromba di Fabrizio Bosso c’è il suo quartetto composto da Julian Oliver Mazzariello al pianoforte, Luca Alemanno al contrabbasso, Nicola Angelucci alla batteria e una sezione di fiati maestri: Fernando Brusco e Claudio Corvini alla tromba, Mario Corvini al trombone, Gianni Oddi al sax alto, Marco Guidolotti al sax baritono e Michele Polga al sax tenore e soprano. Quartetto che struttura le fondamenta del disco con eleganza e finezza.

Il percorso di rivisitazioni di grandi classici non è semplice perché si corre il rischio di aderire troppo alla versione originale riproponendo una banale cover o di allontanarsene troppo dando vita a un brano che i fan non sarebbero in grado di riconoscere e quindi apprezzare fino in fondo. Poi, per i più grandi c’è la via dell’interpretazione che è la lettura di uno stesso brano con una prospettiva diversa e un diverso paio di lenti. Quest’ultimo è sicuramente il caso di questo grande lavoro di Fabrizio Bosso in onore di Duke Ellington.

TRACKLIST

1) I LET A SONG GO OUT OF MY HEART (Duke Ellington – Irving Mills) 10:38
2) CARAVAN (Duke Ellington – Juan Tizol – Irving Mills) 8:05.
3) IN A SENTIMENTAL MOOD (Duke Ellington – Manny Kurtz – Irving Mills) 8:26
4) IT DON’T MEAN A THING (IF IT AIN’T GOT THAT SWING) (Duke Ellington -Irving Mills)
5) MEDLEY 10:58     BLACK AND TAN FANTASY – intro (Duke Ellington – James W. “Bubber”Miley) JEEP’S BLUES (Duke Ellington – Johnn    y Hodges)
6) SOLITUDE (Eddie DeLange – Irving Mills – Duke Ellington) 9:38
7) PERDIDO (Ervin M. Drake – Hans J. Lengsfelder – Juan Tizol) 10:04

Scroll To Top