Far East Film Festival 2020: la locandina ufficiale della 22ma edizione

Correlati

Il Far East Film Festival di Udine è la più importante rassegna cinematografica d’Europa dedicata al cinema orientale, e quest’anno giunge alla sua 22ma edizione. Ancora una volta la locandina ufficiale dell’evento è opera del graphic designer Roberto Rossolin, che ci presenta un’immagine ammaliante e onirica: l’affiorare di un volto femminile dall’espressione enigmatica tra sature sfumature nei toni del rosa e del glicine.

Il significato? “Rinascere. Ogni anno. Riaffiorare, per lasciare un segno, e poi immergersi di nuovo, lavorando silenziosamente fino all’anno successivo. Fino alla rinascita successiva”. Dal 1999, infatti, la città di Udine ospita questo evento davvero unico, il quale ogni anno apre un portale su una ricchissima industria cinematografica che l’Occidente ancora conosce poco, ma che è davvero poliedrica e sempre capace di sorprendere (Parasite ne è la prova).

Quest’anno l’appuntamento è dal 24 aprile al 2 maggio, presso il Teatro Nuovo Giovanni da Udine, che ancora una volta diventerà il punto nevralgico di questa “roccaforte internazionale dove i film vengono mostrati, commentati, respirati”. Il programma non è ancora stato diramato, ma anche il FEFF 22 attingerà alle migliori produzioni dell’ultima stagione, e il calendario sarà impreziosito da un fittissima rete di eventi collaterali dislocati nel centro storico di Udine.

È stato inoltre già anticipato che gli appassionati potranno poi godere di un doppio omaggio davvero imperdibile: quello all’attore e regista filippino Eddie Garcia (il “Kirk Douglas” del sud-est asiatico) e quello al cinema eccentrico dei fratelli Watanabe: Hirobumi, regista alla Jim Jarmusch e Yuji, autore delle splendide musiche di tutti i loro film!

Nel festival non mancherà poi la sezione Industry Focus Asia, dedicata ai film progettati e collocati sul mercato, e l’edizione di quest’anno vedrà anche il lancio di Far East in Progress, la prima e unica piattaforma europea dedicata ai film asiatici in post-produzione.

Un appuntamento davvero da non perdere!

Scroll To Top