Farà ancora più paura in 3D?

Il maestro del brivido, il nostro Dario Argento, in un’intervista rilasciata all’Ischia Global Fest, ha dichiarato di essere interessato alla produzione di un remake del suo film più famoso e fortunato, “Profondo rosso”.

La particolarità sta nel fatto che suddetto remake verrà girato con la sempre più utilizzata tecnica 3D (in campo orrorifico ultimamente ne abbiamo visto i risultati con “San Valentino di sangue 3D”), cosa che può rappresentare un’arma a doppio taglio, visto che dai cinefili viene considerata forse come uno snaturamento dell’arte cinematografica, ma dai più viene apprezzata per il più completo coinvolgimento emotivo e visivo che riesce a creare.

Riucirà questo remake a ricalcare le orme del suo precedessore o il suo unico risultato sarà quello di farne rimpiangere la grandezza a cinefili incalliti e non?

Scroll To Top