Festa del Ringraziamento: Il 22 e 23 giugno al LatoB

Tutti ricordano ancora l’atmosfera di Abbassa!, il festival organizzato da musicisti e associazioni amiche il 24 giugno 2012 a Bosco Albergati per sostenere la ricostruzione del Circolo LatoB di Finale Emilia dopo il terremoto che ha colpito duramente la zona.
A un anno di distanza, i tanti soggetti che hanno organizzato il festival, hanno deciso che il miglior modo per ringraziare tutti coloro che hanno sostenuto e partecipato ad Abbassa fosse quello di ritrovarsi di nuovo, sabato 22 e domenica 23 giugno al LatoB. Nasce così “La Festa del Ringraziamento”, una due giorni dedicata a musica e amicizia, una nuova occasione per raccogliere fondi destinati al restauro del Teatro Sociale di Finale Emilia.

“La Festa del Ringraziamento” sarà una due giorni intensa con un anteprima sabato 22 giugno con tutte (o quasi) le band del Circolo che si esibiranno dal pomeriggio fino a notte in una giornata dedicata all’amico Juan Carlos e alla sua famiglia. Ospiti speciali saranno un gruppo dell’Associazione Spilimbergomusica (Friuli) e due band a rappresentare le associazioni che a Sant’Agostino e San Carlo hanno supportato l’iniziativa con eventi benefit.

Domenica, dalle 15 del pomeriggio sarà il turno degli ospiti, amici, vicini e lontani. Alcuni degli amici che hanno suonato ad “Abbassa!” si esibiranno nel giardino del LatoB con in più la grande soddisfazione di poter vedere il risultato dei loro sforzi. Oltre a questi anche altre band emiliane del circuito indipendente che ci regaleranno uno showcase veramente imperdibile.
Tornano così i due palchi di Abbassa, attivi dalle 15.30 con:

Palco Quake
BOB CORN
I DINOSAURI
GIRLESS & THE ORPHAN
STEFANO PILIA
HIS CLANCYNESS
JULIÈS HAIRCUT
ZEUS

Palco Heart
ED
THREELAKES & THE FLATLAND EAGLES
THE DEATH OF ANNA KARINA
COSMETICS
GAZEBO PENGUINS
LO STATO SOCIALE
CUT

Come ad Abbassa, tutte le band provengono dall’Emilia Romagna e dalle provincie colpite dal sisma, con l’intento spontaneo di aver dato vita ad una comunità di musicisti unita e raccolta.

“Dovevamo dire grazie a tutti quanti. Senza inutili giri di parole. Volevamo mostrare il frutto della fatica di “Abbassa!”. Accogliere e restituire qualcosa.”

Scroll To Top