Festival di Berlino: Vince il turco “Bal”, premio alla regia a Polanski

La sessantesima edizione di uno dei principali festival cinematografici mondiali vede la vittoria di “Bal” (“Honey”) del turco Semih Kaplanoglu (Orso d’oro), mentre l’Orso d’argento per la regia è andato a Roman Polanski per “The Ghost Writer”.

“Bal” è il terzo capitolo di una trilogia (“Süt” è del 2008 e “Yumurta” del 2007): protagonista è il piccolo Yusuf e la sua crescita personale ed artistica in un remoto villaggio della Turchia. Luoghi reali e onirici, foreste e paesaggi che catturano l’attenzione dello spettatore e lo accompagnano in un viaggio che è prima di tutto interiore.

Polanski ovviamente non era presente alle premiazioni, perché agli arresti domiciliari in Svizzera.

Il Gran Prix della giuria è andato a “Se Voglio Fischiare Fischio” di Florin Serban che ha ottenuto anche l’Alfred Bauer Prize, storia d’amore tra un carcerato adolescente che attende la liberazione e e di una studentessa di sociologia, Ana, che lavora nel penitenziario.

Miglior attrice Shinobu Terajima per il film giapponese “Caterpillar” dove interpreta la moglie di un soldato tornato dalla guerra Sino-giapponese senza gambe e braccia. Miglior attore ex aequo tra Grigori Dobrygin e Sergei Puskepalis protagonisti di “How I Ended This Summer” del russo Alexei Popogrebsky, dove interpretano due meteorologi in una stazione polare su un’isola deserta del mare glaciale artico.

Elenco completo dei vincitori:

Orso d’oro per il miglior film: “Bal” (Miele) di Semih Kaplanoglu;
Orso d’argento/Gran Premio della giuria: “Se Voglio Fischiare Fischio” di Florin Serban;
Orso d’argento per la migliore regia: Roman Polanski per “Ghostwriter”;
Orso d’argento per il miglior attore: Grigori Dobrygin e Sergei Puskepalis ex aequo per “How I Ended This Summer”;
Orso d’argento per la miglior attrice: Shinobu Terajima per “Caterpillar”;
Orso d’argento per lo straordinario contributo artistico: Pavel Kostomarov per “How I Ended This Summer”;
Orso d’argento per la migliore sceneggiatura: “Tu An Yuan” (Insieme Separati) del regista e sceneggiatore Wang Quanan;
Alfred Bauer Prize: “Se Voglio Fischiare Fischio”.

Scroll To Top