Frances Bean Cobain: «I Nirvana non mi piacciono»

In una recente intervista a Rolling Stone, la 22enne Frances Bean Cobain parla della propria esperienza come produttrice esecutiva di “Kurt Cobain: Montage of Heck” di Brett Morgen, il documentario HBO dedicato proprio a suo padre Kurt.

La giovane Cobain (nella foto sopra in uno scatto di David LaChapelle, anche questo pubblicato da Rolling Stone) definisce il film di Morgen «giornalismo emotivo. È quasi come ascoltare Kurt che racconta la propria storia attraverso le sue parole, la sua estetica, il suo modo di percepire il mondo. È il ritratto di un uomo in lotta con il suo essere uomo. Quando ci siamo incontrati la prima volta ho subito detto a Brett, «Non voglio vedere la mitologia di Kurt, né il romanticismo».

Poi si parla dei Nirvana: «Non mi piacciono molto (sorride, ndr). Mi dispiace, Universal. Preferisco i Mercury Rev, Oasis, Brian Jonestown Massacre (ride, ndr). Il grunge non fa per me. “Territorial Pissings” (da “Nevermind”, ndr) però è una gran pezzo. E piango ogni volta che ascolto “Dumb” (“In utero”, ndr)».

“Kurt Cobain: Montage of Heck” sarà nelle sale italiane come evento speciale solo il 28 e 29 aprile distribuito da Universal Pictures.

Fonte: Rolling Stone

Scroll To Top