Francesco Bianconi: annunciata la data di uscita del nuovo singolo

Correlati

Verrà pubblicato venerdì 13 marzo “Il bene,  primo singolo ufficiale da solista di Francesco Bianconi che anticipa il disco di inediti che vedrà la luce in primavera per il roster BMG.

La notizia è arrivata direttamente tramite i canali social del leader dei Baustelle, il quale ha motivato la scelta di rilasciare ugualmente il brano nonostante il periodo non felice che sta attraversando l’Italia, dilaniata dal Covid-19, tramite un lungo post: “Ed eccoci qua, a comunicar questioni di musica leggera in un momento pesante. Quanti scrupoli mi sono fatto, in questi giorni. Vi confesso che piuttosto che scrivere questo messaggio, in ore così angoscianti, sono stato tentato di fare altro, ad esempio chiudermi in una stanza e urlare, o forse, meglio, guardarmi dentro, pensare a mia figlia, alla mia compagna, alla mia famiglia, al futuro della mia città. La guardo dalla finestra, la mia città, e vedo una strada lucida, deserta. E’ il suolo lunare, un pianeta abbandonato. Una parte di me nei giorni passati si è tormentata chiedendosi che senso avesse fare uscire una canzone nuova in questo contesto di emergenza universale. Chi se ne frega, aspettiamo, fermiamoci, pensavo. Le cose che si pensano quando c’è un lutto da rispettare. Poi ho pensato che fermarsi sarebbe stato “strategico”, e la cosa mi ha dato la nausea. Sto lavorando da più di un anno a questo mio primo disco; è fatto con cura, fatica, passione, sincerità. E’ per questo forse che il me senza filtri a un certo punto si è svegliato e mi ha suggerito che fermarsi sarebbe peggio. Quello sì che sarebbe strategico, quello sì che potrebbe ricordare le sempiterne care pratiche dello sciacallaggio. Fermarsi per aspettare cosa? Tempi migliori? Il mercato? Capisco, per certi versi, ma per la maggior parte dei quali, come si usa dire, anche no. Questo disco è la mia vita, e questi giorni sono la mia vita. Questa canzone si chiama “Il bene”, è una delle prime che ho scritto per il disco, il file che ho sul computer dice 15 ottobre 2018. E’ una canzone sulla fede, sulla voglia di cambiare, sulla necessità di “portare il fuoco”, come diceva un famoso scrittore, mentre tutto crolla. Spero che vi piaccia, che vi faccia provare emozioni (il cui rubinetto abbiamo il dovere di lasciar aperto, a differenza dei locali pubblici al tempo del colera). Esce il 13 marzo, in tutti i canali di streaming. Tenete duro, vi voglio bene, F“.

Il cantautore sarà inoltre in tour a partire dal mese di maggio, riportiamo di seguito le date:

6 MAGGIO Fermo, Teatro Dell’Aquila

10 MAGGIO Milano, Teatro Dal Verme

11 MAGGIO Firenze, Teatro Verdi

13 MAGGIO Reggio Emilia, Teatro Romolo Valli

15 MAGGIO Roma, Auditorium Parco Della Musica-Sala Sinopoli

18 MAGGIO Torino, Ogr Torino

View this post on Instagram

Ed eccoci qua, a comunicar questioni di musica leggera in un momento pesante. Quanti scrupoli mi sono fatto, in questi giorni. Vi confesso che piuttosto che scrivere questo messaggio, in ore così angoscianti, sono stato tentato di fare altro, ad esempio chiudermi in una stanza e urlare, o forse, meglio, guardarmi dentro, pensare a mia figlia, alla mia compagna, alla mia famiglia, al futuro della mia città. La guardo dalla finestra, la mia città, e vedo una strada lucida, deserta. E’ il suolo lunare, un pianeta abbandonato. Una parte di me nei giorni passati si è tormentata chiedendosi che senso avesse fare uscire una canzone nuova in questo contesto di emergenza universale. Chi se ne frega, aspettiamo, fermiamoci, pensavo. Le cose che si pensano quando c’è un lutto da rispettare. Poi ho pensato che fermarsi sarebbe stato “strategico”, e la cosa mi ha dato la nausea. Sto lavorando da più di un anno a questo mio primo disco; è fatto con cura, fatica, passione, sincerità. E’ un lavoro che ha coinvolto e coinvolge tutt’ora una squadra di persone meravigliose. Questo disco sono io senza filtri per la prima volta da quando faccio questo mestiere. E’ per questo forse che il me senza filtri a un certo punto si è svegliato e mi ha suggerito che fermarsi sarebbe peggio. Quello sì che sarebbe strategico, quello sì che potrebbe ricordare le sempiterne care pratiche dello sciacallaggio. Fermarsi per aspettare cosa? Tempi migliori? Il mercato? Capisco, per certi versi, ma per la maggior parte dei quali, come si usa dire, anche no. Questo disco è la mia vita, e questi giorni sono la mia vita. Questa canzone si chiama “Il bene”, è una delle prime che ho scritto per il disco, il file che ho sul computer dice 15 ottobre 2018. E’ una canzone sulla fede, sulla voglia di cambiare, sulla necessità di “portare il fuoco”, come diceva un famoso scrittore, mentre tutto crolla. Spero che vi piaccia, che vi faccia provare emozioni (il cui rubinetto abbiamo il dovere di lasciar aperto, a differenza dei locali pubblici al tempo del colera). Esce il 13 marzo, in tutti i canali di streaming. Tenete duro, vi voglio bene, F. > Foto di Laura Villa Baroncelli

A post shared by Francesco Bianconi (@francesco_bianconi_official) on

Scroll To Top