Gabriele Mainetti e Andrea Segre per Edison For Nature

Edison for Nature è un progetto di cinema collettivo sui temi della sostenibilità ambientale e dell’energia, presentato in questi giorni a Milano nell’ambito della Edison Innovation Week 2016.

I curatori saranno i registi Gabriele Mainetti (“Lo chiamavano Jeeg Robot”) e Andrea Segre (“Il sangue verde”, “Io sono Li”, “La prima neve”).

“Ho accolto subito lo spunto proposto da Edison con Edison for Nature perché ne ritengo attualissimo il fondamento” – commenta Gabriele Mainetti – “Sono convinto che la creatività possa essere uno strumento prezioso al servizio della sostenibilità ambientale per coinvolgere e sensibilizzare su temi di fondamentale importanza per il nostro futuro.”

“L’urgenza di cambiare il rapporto tra le fonti di energia e la vita di tutti noi è urgenza condivisa” – continua Andrea Segre – “Bisogna passare dalla consapevolezza all’azione, e Edison for Nature è una bella occasione per raccogliere idee pratiche e avviare il cambiamento”.

Edison for Nature è un progetto voluto da Edison, azienda nel settore dell’energia. “Vogliamo mettere le persone al centro facendole riflettere sulla natura, l’energia e sulle emozioni di chi se ne prende cura – dice Andrea Prandi, direttore Relazioni Esterne e Comunicazione di Edison – Il progetto Edison for Nature è rivolto a tutti: chiunque può portare il proprio contributo o proporre un’azione concreta per raccontare le speranze, le azioni, i cambiamenti da mettere in atto nel rapporto dell’uomo con l’ambiente”.

Di seguito regolamento e dettagli:

La partecipazione è aperta a chiunque abbia un’idea e una storia da raccontare nell’ambito dei seguenti temi:

Comportamenti sostenibili: i gesti nella vita di ogni giorno che possono influire positivamente sull’ambiente (alimentazione, mobilità, utilizzo delle risorse, consumi e scelte consapevoli);

L’energia del futuro: le innovazioni e le tecnologie per ottimizzare i consumi energetici e produrre in modo sostenibile (che sia qualcosa di reale o futuristico, l’idea è quella di sensibilizzare chi guarda sulla necessità di gestire i consumi, meno energia oggi per avere più energia domani);

I mestieri dell’energia: le persone, le competenze, le professioni dell’energia.

Sarà possibile partecipare attraverso quattro modalità espressive: 1) video: video interviste o cortometraggi della durata massima di 90 secondi; 2) parole: sceneggiature e testi di massimo 5000 battute; 3) immagini: fotografie, disegni, fumetti, fino ad un massimo di 10 foto o tavole; 4) audio: audio messaggi della durata massima di 60 secondi.

Quanto alle fasi del progetto, saranno tre e culmineranno a fine novembre.

Nel corso della prima fase, chiunque vorrà partecipare potrà caricare, entro fine luglio, i contributi sulla piattaforma edisonfornature.it. Fino a metà settembre, le idee proposte verranno valutate e selezionate da Gabriele Mainetti e Andrea Segre per l’individuazione di dieci progetti finalisti che passeranno alla seconda fase. Tra tutti i lavori candidati sulla piattaforma, il più votato dalla rete riceverà in premio strumentazione professionale per videomaker.

Al termine della selezione, si entrerà nella seconda fase di Edison for Nature: i dieci migliori lavori e i loro autori avranno l’opportunità di sviluppare il proprio progetto insieme a Gabriele Mainetti e Andrea Segre, affiancati da una troupe professionista, con l’obiettivo di realizzare un cortometraggio della durata compresa tra i 3 e i 5 minuti.

Sarà a questo punto dell’iniziativa, che i registi Mainetti e Segre, partendo dai 10 cortometraggi realizzati, daranno vita ad un mediometraggio collettivo, terza e ultima fase del progetto. Infine, tra i 10 autori selezionati, ne sarà individuato uno (ad insindacabile giudizio dei registi) che potrà partecipare alle riprese sul set del nuovo film di Gabriele Mainetti.

Fonte: edison.it

Scroll To Top