Galantuomini: Winspeare dal Sundance al Festival di Roma

L’ultimo suo film “Il Miracolo” era stato presentato alla 60° Mostra del Cinema di Venezia e si era guadagnato il Premio Fedic e Il Premio Città di Roma. Ora il tappeto rosso sul quale sfilerà il set del nuovo lavoro di Edoardo Winspeare (regista di “Sangue Vivo”, primo film italiano al Sundance Film Festival) sarà quello del Festival di Roma, dove sarà in concorso nella sezione Première-Anteprima.

Il regista presenterà, infatti, alla prossima kermesse della capitale il suo “Galantuomini“, opera ambientata nel Salento degli anni Novanta che racconta la storia di un magistrato (Fabrizio Gifuni) e Lucia (Donatella Finocchiaro), una donna che la vita ha portato a diventare una criminale.

“È una storia d’amore sullo sfondo di una terra che è cambiata, che ha perso la sua innocenza, è stata contaminata, da isola felice qual era – dichiara Winspeare – Il film pone un dilemma shakespeariano che ha una dimensione universale: la scelta tra la legge (la propria legge), le regole e l’amore, la passione, il sentimento. Per lui la scelta è essere uomo di giustizia o dare ascolto all’amore. Per lei, tra la sua legge (i codici della criminalità) e la passione. Una storia d’amore impossibile. Una storia che si muove nel classico terreno del melodramma”.

“Galantuomini” sarà nelle sale italiane il prossimo 21 novembre.

Scroll To Top