Galleria Margò : “Glitter”

Esce il singolo “Glitter”, che anticipa l’album d’esordio di Galleria Margò, giovane band nata tra Milano, Varese e Bologna. Dopo l’esclusiva XL – La Repubblica è ora disponibile su youtube il video della canzone.

“Fuori Tutto” (2013_Rocketman Records/Self), uscirà ufficialmente il 16 aprile 2013. Registrato e mixato al Real Sound Studio di Milano e masterizzato tra il Nautilus Mastering Studio e lo stesso Real Sound, è edito da Vololibero Edizioni. Molti i musicisti che hanno preso parte al progetto: Andrea “Schiller” Guidi (Orax Land, ex Too Young To Love), Fabrizio Pollio (voce Io?Drama e autore Sugar), Vito Gatto (violinista Io? Drama), Fabio Cinti, Walter “Walzer” Carluccio, Gabriele Bosetti (Il Fieno), Matteo Mobrici (Canova), Irene “Airìn” Maggi.

“”Glitter” è la voce fuori campo che ci assilla il giorno dopo la festa: è la consapevolezza autoironica e leggera della solitudine che si cela dietro alla vita mondana, scintillante e nevrotica” racconta la band.

“Fuori Tutto” nasce come campionario estetico della contemporaneità. Da una parte abbiamo i nuovi dèi telematici, le bevute “a sbafo” e il citazionismo mondano, dall’altra un amore cinico ed erotico, il treno perso per un soffio e il gaudio impareggiabile che si nasconde dietro il rischio di perdersi nel mondo. La cornice di tutto ciò, invece, è un susseguirsi di lucida ironia e giochi di parole, una sonorità frizzante e dal sapore internazionale, che alterna riff sintetici ad accattivanti chitarre elettriche. Fuori tutto, quindi! Che siano fiori dagli occhi, soldi dalle tasche o capricciosi ragazzi dai bar.

Il video di “Glitter” è stato affidato a Priscilla Santinelli, conosciuta con la firma di Pmuffin. La giovane regista ha lavorato agli inizi con Miguel Limbardi facendo da assistente aiutoregista nei film: The International, The other man e Il cosmo sul comò. È l’assistente personale del regista Maki Gherzi (autore di videoclip ufficiali per Jovanotti, Subsonica, Tiziano Ferro e molti altri).

I nove personaggi che affollano il videoclip, insieme ai componenti della band, sono i protagonisti simbolici di una tipica giornata pendolare. Un’impazienza frivola e un sensuale affaticamento diventano il campo d’azione, dove domande scomode reclamano il loro spazio: «Dove troverò un posto conveniente, per me che ballo solo, perché non ballo niente? Dove sarò quando ti sarai stancata dell’amo arrugginito con il quale t’ho pescata?»

Scroll To Top