George Miller sulla versione in bianco e nero di “Mad Max: Fury Road”

È stato lo stesso George Miller a metterci la pulce nell’orecchio riguardo ad una possibile – e per il regista migliore – versione senza musica ed in bianco e nero di “Mad Max: Fury Road“, ispirata da un copia lavoro di “Il guerriero della strada” che aveva visto sul grande schermo, mentre il compositore lavorava alla colonna sonora.

Tutti i fan del film di Miller hanno subito pensato che sarebbe stata inclusa nel blu-ray, per poi essere stati delusi dalla decisione della Warner Bros. di non inserirla tra i contenuti speciali (peraltro, abbastanza esigui)

Ora, però, la versione in bianco e nero potrebbe essere resa disponibile in un’altra edizione, come ha spiegato lo stesso Miller in un’intervista al Los Angeles Times.

«La migliore versione di “Il guerriero della strada” è stata quella che abbiamo chiamato slash dupe, una scarna versione in bianco e nero del film per il compositore» ha detto il regista. «C’era qualcosa che sembrava più autentico ed elementare. Così, ho chiesto a Eric Whipp, il colorista [di Fury Road]: ‘Posso vedere alcune scene in bianco e nero con un po’ di contrasto?’ e ai ragazzi della Warner ‘Possiamo mettere una versione in bianco e nero nel DVD?’, ma non c’era abbastanza spazio. Finirà in un’altra versione, con commenti e altri contenuti».

Non abbiamo la certezza che questa edizione home video sia effettivamente in produzione, se e quando uscirà e se sarà solo per il mercato americano, ma considerando il culto creatosi intorno al film di Miller, sarebbe assurdo non commercializzare un’edizione speciale per collezionisti degna di tale nome.

Durante l’intervista al Los Angeles Times, Miller ha inoltre parlato del suo prossimo progetto: un piccolo film, in un certo senso ispirato a “Tangerine” di Sean Baker. «Il fatto che sia possibile utilizzare il vostro iPhone per dire qualcosa che si vuole disperatamente dire è meraviglioso» ha dichiarato. «Ho due storie: una è tecnicamente un po’ più complessa dell’altra; l’altra è contemporanea. Non penso verrà girato usando un iphone, ma nemmeno con macchine da presa molto grosse».

Il regista australiano ha poi scherzato sulla possibilità di ricevere grossi riconoscimenti per “Mad Max: Fury Road”: «è come con i medici, la cosa peggiore che puoi fare è fare pronostici ottimistici» ha detto ridendo. «La seconda è da ricordare quanto sia divertente, essere felice di essere stato invitato alla festa e passare il miglior tempo possibile».

“Mad Max: Fury Road”, ricordiamolo, è uno dei film che ha ottenuto più candidature agli Oscar 2016 (ben 10 tra cui quella per Miglior Film e – prima volta nella carriera di Miller – Miglior Regia).

Fonte: LATimes/Foto: Joblo

Scroll To Top