Gerard Depardieu crea scandalo: Nei panni di Dumas

Uscito da qualche giorno nelle sale d’oltralpe, il film “L’Autre Dumas”, dirett da Safy Nebbou, si focalizza sul rapporto tra l’autore dei Tre Moschettieri e il suo aiutante, Auguste Maquet. A vestire i panni del protagonista, uno dei più grandi attori francesi, Gerard Depardieu. Ed è subito polemica.

La questione, nata con toni aspri sulla stampa nazionale, verte sulla scelta del regista di far interpretare lo scrittore, nipote di un generale napoleonico e di una schiava haitiana, e quindi per metà meticcio, a un attore come Depardieu dagli occhi azzurri e i capelli biondi, caratteristiche insomma nordico-europee che per niente collimano con la popolazione caraibica.

Si sono levate molte accuse di razzismo. Il Cran (Conseil représentatif des associations noires de France) ha dichiarato che il film “è sintomatico di una situazione di discriminazione le cui vittime sono le persone nate dalla diversità e dalla difficoltà delle elites di riconoscerla”.

In difesa del film e del regista si è schierato invece Claude Schopp, biografo di Dumas, che sul quotidiano Libération ha scritto “Sarebbe stato il caso di riservare un ruolo in funzione di un monopolio di sangue inedito, ai soli attori meticci? In materia di rappresentazione quello che conta non è il vero ma la verosimiglianza”.

Scroll To Top