Giorgio Pasotti critico speciale per il film

Dopo il successo americano, venerdì 3 settembre esce nelle sale italiane, con 360 copie, il film The Karate Kid: la leggenda continua, con Jaden Smith e Jackie Chan, per la regia di Harald Zwart. Il film è distribuito da Sony Pictures.

Per l’occasione l’attore italiano Giorgio Pasotti, cintura nera all’età di tredici anni, che ha studiato arti marziali a Pechino e lavorato con le più grandi star cinesi, ha vestito i panni del critico cinematografico per il mensile di cinema Ciak. “[...] la storia del nuovo Karate Kid mi ha preso e Jaden Smith mi ha molto impressionato, ha un viso molto espressivo, tenero, non è macchiettistico; non solo è un bravo attore, ma è anche un ottimo artista marziale [...]“, commenta il neo-critico, che non nasconde l’entusiasmo per la nuova ambientazione della storia e aggiunge: “[...] Di Karate Kid: la leggenda continua mi hanno colipito molto anche i viaggi che l’allievo Jaden Smith e il maestro Jackie Chan fanno all’interno di una Cina che non è da cartolina [...]“.

Nel film “The Karate Kid: La Leggenda Continua”, Dre Parker, un dodicenne di Detroit, è costretto a trasferirsi in Cina a causa del lavoro della madre. In breve tempo Dre inizia a legare con la sua compagna di classe Mei Yin, ma le differenze culturali rendono questa amicizia quasi impossibile. A peggiorare le cose c’è Cheng, un bullo, compagno di classe di Dre, prodigio del kung fu, che si ingelosisce per i sentimenti di Dre nei confronti dell’amica comune. Senza amici, in una paese straniero, Dre non si sente a suo agio se non con Mr. Han (Jackie Chan), il responsabile della manutenzione del suo condominio, che segretamente è anche maestro di kung fu. Man mano che Han insegna al ragazzo che il kung fu non è una disciplina solo di pugni e abilità, ma anche di maturità e calma, Dre capisce che affrontare i bulli sarà l’avventura della sua vita. Conclude Giorgio Pasotti: “[...] durante questo film, piacevole e scorrevole, ammetto che in più di un passaggio mi è venuta la pelle d’oca”.

Scroll To Top