Giornate degli autori: In sala dopo la Mostra

Il 15 settembre su RaiTre alle 23.30 nell’ambito del programma “Doc3″ andrà in onda il film documentario di Andrea Segre Sangue verde presentato alle Giornate degli Autori 2010. È uno dei primi titoli della selezione che arriva al grande pubblico dopo la “prima” mondiale alla Mostra. La gran parte dei film delle “Giornate degli Autori” è infatti arrivata al Lido ancora senza la garanzia della distribuzione in Italia e sarà proprio il successo a Venezia a garantire loro il “passaporto” per le sale come nel caso di L’amore buio di Antonio Capuano che, prodotto da Ellegiemme con il sostegno di Rai Cinema ha trovato in Fandango il distributore disposto a scommettere su questa storia di adolescenza negata.

Se una prima occasione per vedere i film delle Giornate degli Autori sarà la replica del programma al Cinema Farnese nell’ambito di “Venezia a Roma”, manifestazione promossa da Anec Lazio, la “Linea italiana delle Giornate” sarà poi una costante nelle settimane e mesi successivi e riserverà uno spazio d’eccellenza proprio al documentario, il genere forse più vitale della produzione in questo difficile 2010. Toccherà infatti all’iniziativa di “Cinema.Doc” che sceglierà 8 titoli documentari (tra cui una delle opere delle Giornate) per garantire loro la visibilità in alcune sale di Roma grazie al sostegno della Regione Lazio dare spazio a questo cinema della realtà. Per dare continuità a questo sguardo diverso sull’Italia di oggi, le Giornate degli Autori hanno stabilito poi un accordo di collaborazione con il Nuovo Cinema Aquila di Roma per la valorizzazione del programma di “Ritratti e paesaggi italiani” così come di “Spazio Aperto” nei mesi successivi all’anteprima veneziana. La collaborazione si estenderà anche al progetto “100+1: Cento film e un paese, l’Italia”, curato dal critico Fabio Ferzetti, promosso in accordo con la Provincia di Roma e Cinecittà Luce, patrocinato dalla Direzione Generale Cinema del MiBac.

Scroll To Top