Golden Globes 2011: The Social Network fa incetta di premi

Com’era prevedibile “The Social Network” fa la parte del leone anche in quest’ultima edizione dei Golden Globes, premio consegnato dalla stampa estera americana.
Ieri al Beverly Hilton Hotel di Los Angeles si è celebrato, tra le polemiche e le accuse di corruzzione, l’annuale cerimonia di consegna degli ambiti globi d’oro.
“The Social Network” diretto da David Fincher fa incetta di premi: Miglior Film Drama, Miglior Regia Miglior Sceneggiatura, Miglior Colonna Sonora.
Altro piccolo grande leone della serata “The Kids Are All Right” che si porta a casa Miglior Film Comedy or Musical e migliore attrice protagonista nella categoria Comedy or Musical (Annette Bening).
Nella categoria miglior attrice Drama come si dava ormai per scontato da mesi, vince Natalie Portman, che ormai è a un passo dall’Oscar.
Miglior attore drama Colin Firth per “The King’s Speech”, ormai anche lui prossimo Oscar winner.
Nella categoria miglior attore Comedy or Musical vince Paul Giamatti e da uno schiaffo morale a Johnny Depp candidato per due nomination per le sue interpretazioni in “Alice In Wonderland” e “The Tourist”, nomination che hanno fatto discutere moltissimo.
Migliori attori non protagonisti i lanciatissimi Melissa Leo e Christian Bale entrambi attori di “The Fighter” diretto da David O’Russell.
Molte le star presenti: Nicole Kidman (nominata come miglior attrice protagonista della categoria Drama per “Rabbit Hole”) è stata eletta la meglio vestita della serata, fasciata in un bellissimo abito crema firmato Prada. Angelina Jolie (nominata per “The Tourist”) e Brad Pitt hanno infiammato gli animi della folla e dei paparazzi; e poi Michelle Pfeiffer, il già citato Johnny Depp, Tom Hanks, Steven Spielberg, Sylvester Stallone, Bruce Willis, Tim Allen, Chris Pine, Sandra Bullock, Jeff Bridges, Jennifer Lopez, la sempre splendida Catherine Zeta-Jones, Robert Downey Jr. e tanti altri.
Momento di commozione per Michael Douglas: nominato come miglior attore non protagonista per “Wall Street- Il Denaro Non Muore Mai”, ha ricevuto una standing ovation per la sua vittoria contro il cancro che ha sconfitto completamente, ironizzando: “ho trovato un modo facile per avere una standing ovation”.
Il Cecil B. DeMille Award (premio alla carriera) è andato all’immenso Rober De Niro: ironico e visibilmente entusiasta ha ironizzato sulle brutte critiche ricevute da “Little Fockers”: “Ringrazio la HFPA (Hollywood Foreign Press Association) per questo riconoscimento. Ero incredulo quando ne ricevetti la notizia tre mesi fa, quando immagino nessuno avesse ancora letto le recensioni di “Little Fockers””

Qui di seguito le nomination e i nomi dei vincitori anche nella sezione Televisione

Miglior film drammatico
Black Swan
The Fighter
Inception
The King’s Speech
The Social Network

Miglior film commedia o musical
Alice In Wonderland
I ragazzi stanno bene
The Tourist
Burlesque
Red

Miglior attrice protagonista in un film drammatico
Halle Berry (Frankie and Alice)
Nicole Kidman (The Rabbit Hole)
Jennifer Lawrence (Winter’s Bone)
Natalie Portman (Black Swan)
Michelle Williams (Blue Valentine)

Miglior attore protagonista in un film drammatico
Jesse Eisenberg (The Social Network)
Colin Firth (The King’s Speech)
James Franco (127 Hours)
Ryan Gosling (Blue Valentine)
Mark Wahlberg (The Fighter)

Miglior attore protagonista in una commedia
Johnny Depp (Alice in Wonderland)
Johnny Depp (The Tourist)
Paul Giamatti (La versione di Barney)
Jake Gyllenhaal (Love and Other Drugs)
Kevin Spacey (Casino Jack)

Miglior regista
Darren Aronofsky (Black Swan)
David Fincher (The Social Network)
Tom Hooper (The King’s Speech)
Christopher Nolan (Inception)
David O. Russell (The Fighter)

Miglior attrice protagonista in una commedia
Annette Bening (I ragazzi stanno bene)
Julianne Moore (I ragazzi stanno bene)
Anne Hathaway (Love and other drugs)
Angelina Jolie (The Tourist)
Emma Stone (Easy A)

Miglior sceneggiatura
127 Ore
I ragazzi stanno bene
Inception
The King’s Speech
The Social Network

Miglior attore non protagonista
Christian Bale (The Fighterr)
Michael Douglas (Wall Street 2)
Andrew Garfield (The Social Network)
Jeremy Renner (The Town)
Geoffrey Rush (The King’s Speech)

Miglior attrice non protagonista
Amy Adams (The Fighter)
Helena Bonham Carter (The King’s Speech)
Mila Kunis (Black Swan)
Melissa Leo (The Fighter)
Jacki Weaver (Animal Kingdom)

Miglior canzone
Bound to You (Burlesque)
You haven’t seen the last of me (Burlesque)
Coming Home (Country Strong)
I see the Light (rapunzel)
There’s a place for us (Le cronache di Narnia – Il viaggio del veliero)

Miglior Colonna Sonora
The King’s Speech
Alice in Wonderland
127 ore
The Social Network
Inception
[PAGEBREAK] Miglior film straniero
Biutiful
Il concerto
The Edge
Io sono l’amore
In un mondo migliore

Miglior cartone animato
Cattivissimo me
Dragon Trainer
L’illusionista
Rapunzel
Toy Story 3

Categorie Tv

Miglior Drama:
Boardwalk Empire (Hbo)
Dexter (Showtime)
The Good Wife (Cbs)
Mad Men (Amc)
The Walking Dead (Amc)

Miglior comedy:
Glee (Fox)
30 Rock (Nbc)
The Big Bang Theory (Cbs)
The Big C (Showtime)
Modern Family (Abc)
Nurse Jackie (Showtime)

Miglior miniserie o film-tv:
Carlos (Sundance Channel)
The Pacific (Hbo)
I pilastri della Terra (Starz)
Temple Grandin (Hbo)
You don’t know Jack (Hbo)

Miglior attore protagonista per una serie drammatica:
Steve Buscemi per Boardwalk Empire (Hbo)
Bryan Cranston per il ruolo di Walter in “Breaking Bad” (Amc)
Michael C. Hall per il ruolo di Dexter in “Dexter” (Showtime)
Jon Hamm per il ruolo di Don in “Mad Men” (Amc)
Hugh Laurie per il ruolo di House in “Dr. House” (Fox)

Miglior attrice protagonista per una serie drammatica:
Katie Sagal per il ruolo di Gemma in “Sons of anarchy” (Fx)
Julianna Margulies per il ruolo di Alicia in “The Good Wife” (Cbs)
Elisabeth Moss per il ruolo di Peggy in “Mad Men” (Amc)
Piper Perabo per il ruolo di Annie in “Covert Affairs” (Usa Network)
Kyra Sedgwick per il ruolo di Brenda in “The Closer” (Tnt)

Miglior attore protagonista in una serie comedy:
Jim Parsons per il ruolo di Sheldon in “The Big Bang Theory” (Cbs)
Alec Baldwin per il ruolo di Jack in “30 Rock” (Nbc)
Steve Carell per il ruolo di Michael in “The Office” (Nbc)
Thomas Jane per il ruolo di Ray in “Hung” (Hbo)
Matthew Morrison per il ruolo di Will in “Glee” (Fox)

Miglior attrice protagonista di una serie comedy:
Laura Linney per il ruolo di Catherine in “The Big C” (Showtime)
Toni Collette per il ruolo di Tara in “United States of Tara” (Showtime)
Edie Falco per il ruolo di Jackie in “Nurse Jackie” (Showtime)
Tine Fey per il ruolo di Liz in “30 Rock” (Nbc)
Lea Michele per il ruolo di Rachel in “Glee”

Miglior attore non protagonista in una serie, miniserie o film-tv:
Chris Colfer per il ruolo di Kurt in “Glee” (Fox)
Scoot Caan per il ruolo di Danno in “Hawaii Five-0? (Cbs)
Chris Noth per il ruolo di Peter in “The Good Wife” (Cbs)
Eric Stonestreet per il ruolo di Cameron in “Modern Family” (Abc)
David Strathairn per il ruolo del Dr. Carlock in “Temple Gradin” (Hbo)

Miglior attrice non protagonista in una serie, miniserie o film-tv
Jane Lynch per il ruolo di Sue in “Glee” (Fox):
Hope Davis per il ruolo di Hillary Clinton in “The special relationship” (Hbo)
Kelly McDonald per il ruolo di Margareti in “Boardwalk Empire” (Hbo)
Julia Stiles per il ruolo di Lumen in “Dexter” (Showtime)
Sofia Vergara per il ruolo di Gloria in “Modern Family” (Abc)

Miglior attore protagonista per una miniserie o film-tv:
Al Pacino per il ruolo di Jack in “You Don’t Know Jack” (Hbo)
Idris Elba per il ruolo di John in “Luter” (Bbc)
Ian McShane per il ruolo di Waleran ne “I pilastri della Terra” (Starz)
Dennis Quaid per il ruolo di Bill Clinton ne “I due presidenti” (Hbo)
Edgar Ramirez per il ruolo di Carlos in “Carlos” (Sundance Channel)

Miglior attrice protagonista per una miniserie o film-tv:
Claire Danes per il ruolo di Temple in “Temple Grandin” (Hbo)
Hayley Atwell per il ruolo di Aliena ne “I Pilastri della Terra” (Starz)
Judi Dench per il ruolo di Matty in “Return to Cranford” (Bbc One)
Romola Garai per il ruolo di Emma in “Emma” (Bbc)
Jennifer Love-Hewitt per il ruolo di Samantha in “The client list” (Lifetime)

Scroll To Top