Guns ‘N’ Roses: Chinese Democracy e la bravata di Cogill

Si chiama Kevin Cogill, ha 27 anni e di certo, al momento, non se la passa bene.
È stato infatti arrestato per aver messo on line nove canzoni tratte da “Chinese Democracy”, che, come tutti sappiamo, ancora non è uscito.

Il giovanre californiano è stato accusato di aver messo i brani su internet a giugno, intasando completamente il blog sul quale sono state pubblicati. La permanenza on line è durata il tempo di poche ore, quello necessario ai Guns ‘N’ Roses per accorgersi del fattaccio e sguinzagliare i proprio avvocati dietro al ragazzo. Che certamente non è stato molto astuto nella sua mossa.
Il risultato è una prospettiva di tre anni in prigione e una multa di $250,000.

Ecco le parole di Slash:
“Spero che marcisca in prigione, […], questo fatto influenzerà negativamente le vendite del disco, e non è giusto. Internet è quello che è, e bisogna cercare di conviverci, ma se qualcuno prende qualcosa di qualcun altro, be’, questo si chiama semplicemente rubare”.
E quelle del gruppo:
“Al momento, anche se non appoggiamo l’azione di questo ragazzo, siamo interessat nella fonte. Non possiamo dire altro, le indagini sono ancora in corso”.

Fonte: blabbermouth.net

URL Fonte: http://www.roadrunnerrecords.com/blabbermouth.net/news.aspx?mode=Article&newsitemID=103704

Scroll To Top