I grandi festival: Locarno a Roma XI edizione

Dal 6 all’11 settembre ritorna Locarno a Roma, la manifestazione che presenta, a pochi giorni dalla conclusione del 64° Festival del film Locarno, una selezione dei film vincitori e delle opere più interessanti della rassegna svizzera, tra le più celebrate nel panorama dei festival europei.

Realizzata da ANEC Lazio, con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale ed il patrocinio dell’Ambasciata di Svizzera in Italia, la manifestazione è un evento unico per il pubblico e per gli operatori del settore, con la possibilità di vedere film di elevato livello artistico, molti dei quali non hanno ancora accordi per la distribuzione in Italia.

Attesissimi tutti i 7 film in cartellone a Roma, rigorosamente in anteprima per il mercato italiano ed in versione originale con sottotitoli in italiano:

- “Super 8″, di J.J. Abrahms, annunciato blockbuster prodotto da Spielberg, che coniuga fantascienza e poetica rappresentazione dell’adolescenza di provincia. Il film aprirà la rassegna romana dopo aver aperto in Piazza Grande il Festival a Locarno.

- “Abrir Puertas Y Ventanas”, di Milagros Mumenthaler, Pardo d’Oro per il miglior film e Pardo per la migliore interpretazione femminile a Maria Canale. Film capolavoro della regista svizzero-argentina che ha fatto incetta di altri premi e menzioni speciali.

- “Hashoter” di Nadav Lapid, Premio speciale della Giuria. Film carico di tensione, con una profonda analisi sulla stratificata società israeliana percorsa da conflitti e crepe.

- “Best Intentions” (“Din Dragoste Cu Cele Mai Bune Intentii”), di Adrian Sitaru, Pardo per la migliore regia ed interpretazione maschile a Bogdan Dumitrache. Film che con ironia racconta l’inquietudine di una generazione di giovani romeni incapaci di fidarsi del benessere acquisito.

Ancora fantascienza in “Another Earth” di Mike Cahill, unita ad una struggente rappresentazione emotiva, mentre “Beirut Hotel” di Danielle Arbid, è una vivida e intensa storia di passione ambientata nell’instabile società libanese di oggi. Di grande suggestione anche “The Lonelinest Planet” di Julia Lotkev, l’avventura di una coppia di trekker, impreziosito dalla presenza di Gael Garcia Bernal e da paesaggi mozzafiato.

La rassegna è parte integrante de Il Cinema attraverso i Grandi Festival e la serata inaugurale, martedì 6 settembre, vedrà la partecipazione, tra gli altri, dal Presidente del Festival del film Locarno, Marco Solari.

Scroll To Top