Il “Chiaro di luna” dai suoni sintetici di Alberto Cipolla e Cucina Sonora

Correlati

Il tema del “Chiaro di Luna“, terzo movimento della “Suite Bergamasque” di Claude Debussy, è un caposaldo della letteratura pianistica colta della storia della musica. La sua grande espressività e la potenza melodica, fin dal 1905, anno della composizione, ha spinto moltissimi interpreti a pubblicare diverse variazioni e riletture, fino ai giorni nostri. Non è infatti un caso che Alberto Cipolla e Cucina Sonora, due giovani pianisti innamorati dell’elettronica, abbiano deciso di tornare sulle pagine del musicista francese pubblicando il 26 giugno su tutte le piattaforme digitali per INRI/Sugar “Klavier De Lune“.

Una versione strettamente personale quella dei due artisti, il cui titolo gioca anche con il termine “Klavierstücke” – con cui si indicano i pezzi di pianoforte dell’avanguardista Stockausen – incentrata sui suoni sintetici che con grande varietà spaziano dalle atmosfere più oscure a quelle più eteree.

Scroll To Top