Il mondo della musica si stringe per le vittime degli attentati di Parigi, concerti annullati

A distanza di pochi giorni dalla tragedia che ha colpito la Francia, anche il mondo della musica dimostra il proprio cordoglio alle vittime degli attentati. Numerosi sono stati gli artisti e le band che hanno deciso di annullare e cancellare date e tour (tra questi: U2, Foo Fighters, Deftones, Papa Roach, Madonna, Chris Cornell, AC/DC, Kiss, Simple Plan e Coldplay).

Messaggi di solidarietà e vicinanza hanno inondato i social network, U2 e Foo Fighters sono stati tra i primi: “E’ con profonda tristezza e preoccupazione per quello che è successo a Parigi che siamo costretti ad annunciare la cancellazione del resto del nostro tour. Le nostre preghiere ed i nostri pensieri vanno a tutte le vittime e a coloro che hanno perso una persona amata”. Proprio sabato 14 novembre gli U2 avrebbero dovuto esibirsi a Parigi, presso l’AccorHotels Arena, tuttavia la band ha tenuto a specificare che l’evento non è stato annullato ma semplicemente rimandato in tempi più opportuni.

Ancora più radicale la scelta dei Foo Fighters, che hanno addirittura annullato l’intero tour, data italiana (prevista al PalaAlpiTour) compresa.

Chris Cornell ha scritto: “Non riesco ad immaginare una ragione per mettere fine a tante vite innocenti o per credere che ci sia un Dio che le può perdonare”.

“Siamo in lutto per questa drammatica tragedia e siamo dalla parte del mondo che vuole avere ancora – joie de vivre -”,  questo il messaggio scritto dagli AC/DC.

E ancora i Kiss: “Al popolo francese: siamo addolorati dagli eventi terribili che sono accaduti. Preghiamo per voi in questo momento tragico”.

Diversa invece la posizione di Madonna, che contrariamente ai suoi colleghi, ha deciso di non interrompere il “Rebel Heart Tour”, pronunciando, in occasione di un live a Stoccolma, un toccante discorso accompagnato da un’intima versione di “Like a prayer”, per tutte le vittime degli attentati. Queste le sue parole: “È stato difficile per me salire su questo palco stasera. Sono stata combattuta tutto il giorno, perché sono qui a cantare e ballare mentre ci sono persone che piangono i loro cari. Ma questo è esattamente quello che i terroristi vorrebbero che facessimo: loro vogliono metterci a tacere. Noi non glielo permetteremo, non gliela daremo vinta”.

 

 

 

Scroll To Top