Indie Pride: 17 e 18 ottobre indipendenti contro l’omofobia a Bologna

Giusto ieri si parlava delle sentinelle in piedi, iniziativa per la quale chi pensa che il matrimonio sia solo questione tra uomo e donna e lo stesso per la famiglia si poteva mettere a leggere un libro, in piedi, nella piazza principale della propria città.

Di rimando, noi vogliamo calcare la mano sul fatto che l’Indie Pride- Indipendenti contro l’omofobia è giunto ormai alla terza edizione, consapevole che l’omofobia sia ancora un problema radicato. La manifestazione diventa una due giorni dove musica e calcio si uniscono per dire NO all’omofobia e a tutte le forme di razzismo e discriminazione. Avviene così che Indie Pride venga sostenuto e supportato da Bugs Bologna e Hic Sunt Leones, che in occasione della “settimana d’azione Europea contro il razzismo nel calcio“, organizzino nel pomeriggio di sabato 18 ottobre un tonreo di calcio a 5 non competitivo contro l’esclusione, il razzismo, il sessismo e l’omofobia per promuovere il calcio come gioco per tutti.

Il 17 ottobre invece, al TPO, a partire dalle 20 verrà organizzato un aperitivo antirazzista durante il quale Bugs presenterà due documentari: “I mondiali antirazzisti” (regia Enza Negroni): il documentario segue alcuni protagonisti delle squadre di calcio che hanno partecipano ai “Mondiali antirazzisti” del 2005. I protagonisti provengono da Israele, Palestina e altri paesi europei, molti di loro sono immigrati del Burkina Faso, Senegal, Camerun: centinaia di lingue e colori di diverse nazionalità si integrano con squadre di ultras, tifosi e centri giovanili provenienti da tutta Europa. “Un calcio al razzismo” (regia Clara Salgado): durante le Giornate Antirazziste del 2010 è stato realizzato un documentario con lo scopo di approfondire alcuni aspetti della vita degli immigrati attualmente in Italia. Il progetto è a cura delle Associazioni Culturali Acqua Cheta di Pordenone e Gianni Fenzi di Trieste. Con questo documentario si vuole mostrare come si possa correre dietro ad un pallone e sentirsi persone integre, con quel talento, quella passione e quella partecipazione che rendono ognuno di noi protagonista della partita della propria vita.

Indie Pride e TPO sono convinti che la lotta a transfobia, lesbofobia e omofobia vada letta attraverso l’equazione che in Europa vede le discriminazioni più marcate nei paesi dove i diritti riconosciuti alla comunità LGBT sono minori. In questo senso l’Italia vive di mancanze: riferendosi non solo al same sex marriage o all’adozione ma anche a politiche di tutela sul lavoro e a misure reali di welfare, all’introduzione dell’educazione ai generi nelle scuole statali che sono tristemente il primo luogo in cui l’orientamento sessuale è causa di emarginazione e bullismo.

L’Indie Pride, quindi, prende un sapore internazionale diventando partner e anticipazione del Gender Bender Festival, che si terrà dal 25 ottobre al 2 novembre, e ospitando la prima e unica data italiana della band canadese The Hidden Cameras, il singolo “Gay Goth Scene“, anticpatore dell’album “Age“, è insieme al video una forte denuncia contro gli atti di bullismo omofobico.
Insieme agli Hidden Cameras sul palco del TPO artisti indipendenti d’eccellenza: gli Weight and Treble progetto dub techno nato nel 2010 che vedrà come special guest SuzMurubutu mc di rara sensibilità conosciuto per i suoi rapconti anche legati a storie di resistenza e di lotta; gli irriverenti Smania Uagliuns che con la loro “Piaccio a Luca“, una storia di libertà sessuale contro il pregiudizio e la discriminazione di genere, è stata la colonna sonora dell’ultimo Festival Mix di Milano; ed Mc Nill giovane Mc recentemente artista Just Discovered per Mtv New generation è l’artista che più ha accompagnato l’Indie Pride negli scorsi mesi con la sua presenza e la sua testimonianza.

La manifestazione si presenta poi quest’anno insieme a Le Cose Cambianocon il quale negli scorsi mesi ha organizzato molti incontri in giro per l’Italia a testimonianza e sostegno della lotta contro l’omofobia toccando le città di Bergamo, Torino, Bologna, Arezzo, Terni, Livorno, Trieste, Padova, Venezia e Lignano Sabbiadoro (UD).

Segnatevi quindi queste date:

Venerdì 17 ottobre- h 20- TPO, Bologna: Aperitivo antirazzista a cura di Bugs Bologna e Hic Sunt Leones

Sabato 18 ottobre- h 15.18- Tennis Club Nettuno (Via Fancelli, 5), Bologna: Torneo di calcetto a 5 a cura di Bugs e Hic Sunt Leones
 
Sabato 18 ottobre- h 21- TPO, Bologna: Live con Hidden Cameras, Mc Nill, Smania Uagliuns, Murubutu e La Kattiveria, Weight And Treble e Suz.

Scroll To Top