Indievidui: Dilis racconta una Pompei non solo scavi

Se tutti nei libri di scuola abbiamo sottolineato il nome della Pompei ricoperta di lava, in molti oggi ci chiediamo come sia possibile distruggere quello che la natura non ha distrutto secoli fa.

Pompei però non è solo archeologia. È una città attraversata dal fiume Sarno, tra le acque più inquinate d’Europa. La salute dei cittadini, l’economia delle industrie tutt’intorno. Tutto è messo a dura prova.

Al degrado ambientale si sopperisce con la denuncia della cultura. Infatti lungo il fiume – proprio dove nasceva l’ex depuratore – si incontra ora la sede del Pompei Lab ONLUS, un’associazione senza fini di lucro che si fa teatro di eventi quali spettacoli, concerti, mostre, cineforum, presentazioni di libri, rassegne, dibattiti.

Una storia a lieto fine che ha cercato le note di Dilis, all’anagrafe Pietro Di Lietro, per raccontarsi e gridare cosa si può fare. Cosa si deve fare.

“Fatti d’Istanti” è il brano che il cantautore campano esegue per le telecamere di Indievidui. Momento romantico del disco “Nulla da Capire” del 2011.
Al violino Dario Patti.

Il progetto Indievidui – ogni venerdì su youtube – continua a viaggiare. Incontra persone e luoghi. Premia, denuncia, scopre. Si sporca le mani e sfoglia il libro di un’Italia silenziosa.

Scroll To Top