#iorestoinSALA: un circuito digitale per la ripartenza dei cinema italiani 

Correlati

La sala cinematografica è un luogo fisico, certo, ma è soprattutto uno spazio sociale, come d’altronde lo è la stessa esperienza del cinema. È anche un luogo di lavoro, duramente colpito dall’emergenza sanitaria in corso. Dunque, come mettere insieme tutti questi diversi aspetti, difendere la cultura della sala e, allo stesso tempo, guardare al futuro?

Alcuni esercenti, con la collaborazione di un gruppo di distributori, hanno voluto rispondere a questa domanda con l’iniziativa digitale #iorestoinSALA.

Il progetto è stato presentato oggi in una conferenza stampa – naturalmente online – in cui sono intervenuti: Lionello Cerri, fondatore e amministratore delegato di Anteo SpazioCinema; Gian Luca Farinelli, Direttore della Cineteca di Bologna; Sabrina Baracetti e Thomas Bertacche di Tucker Film; Sergio Oliva, responsabile della programmazione di Anteo; Alessandro Giacobbe, presidente di Circuito Cinema Genova; Gianluca Guzzo, fondatore di MyMovies. 

“Ritrovarsi” nella sala digitale

«L’iniziativa era nei nostri pensieri da tempo» ha esordito Lionello Cerri di Anteo. «La filiera del cinema si è sempre divisa tra esercizio e altri media. Ora possiamo confrontarci con il nostro pubblico anche dal punto di vista online. Stare insieme come esercenti, operatori e imprenditori culturali. Il nostro è un modello costruito sulla socialità e l’incontro continuo».

E infatti, #iorestoinSALA nasce come progetto partecipato di imprenditoria culturale. Si tratta di un nuovo circuito nazionale che si propone di tenere conto delle differenze tra le sale partecipanti, del diverso rapporto che ognuna ha con il proprio territorio e pubblico. Ogni singola sala, infatti, potrà sviluppare una sua politica di programmazione.

«È un progetto che non ha un padrone, ma nasce dalla collaborazione di un gruppo di esercenti e distributori che vogliono lavorare insieme e credono nella sala. Così hanno deciso, anche grazie a MYmovies, di fare qualcosa che non si era mai tentato prima» ha detto Gian Luca Farinelli. «Questo apre alcune possibilità interessanti per il nostro lavoro, che saranno valide anche quando potremo riaprire» ha aggiunto il Direttore della Cineteca di Bologna. 

Dunque, il circuito nasce per supportare le sale, quella fisiche: «Questo progetto è un ponte per il futuro. Con #iorestoinSALA riaccendiamo i proiettori» ha detto Sabrina Baracetti di Tucker. 

Come ha spiegato Alessandro Giacobbe del Circuito Cinema Genova: «il ruolo dell’esercente sarà al centro. Sarà un ritrovarsi insieme. Ritroveremo, infatti, le modalità a cui eravamo abituati, ma potremo scambiarci delle iniziative, perché la digitalizzazione ci permette di condividerle».

Il film che inaugura #iorestoinSALA: Favolacce dei Fratelli D’innocenzo

Come funziona #iorestoinSALA

Lo spazio virtuale di #iorestoinSALA verrà inaugurato il 26 maggio. Per ora hanno aderito circa 67 sale circa, con 200 schermi, ma si tratta di progetto inclusivo, aperto alla richiesta di partecipazione di tutti gli esercenti, distributori e festival.

Il biglietto per i singoli spettacoli si potrà acquistare dal sito del proprio cinema, scegliendo il giorno e l’orario. 

Si verrà, quindi, indirizzati verso MyMovies, dove a ogni cinema sarà data la possibilità di simulare la propria sala, con posti assegnati e streaming a orari prestabiliti. Sarà possibile vedere gli altri spettatori in sala, fare amicizia, conversare in chat con il vicino di poltrona.

Il sistema non è geolocalizzato, ma gli esercenti contano sul rapporto di fiducia che hanno coltivano in questi anni con gli spettatori. Inoltre, per il primo biglietto acquistato per i film di #iorestoinSALA, verrà dato in omaggio un biglietto per una futura proiezione fisica nel cinema scelto.

Gianluca Guzzo ci ha tenuto a sottolineare che Mymovies garantirà sempre l’indipendenza di tutti gli esercenti. Il rapporto diretto sarà solo tra cinema e spettatore. «La piattaforma non acquisirà i dati dell’utente, che si dovrà registrare nel sito del cinema preferito. Quando accederà al player, non ci saranno trasferimento di dati. Questi è fondamentale per capire lo spirito dell’iniziativa» ha detto Guzzo. 

Costo dei biglietti

I prezzi dei biglietti sono stati immaginati tenendo conto delle tariffe esistenti sulla rete: andranno, cioè, da un minimo di € 3,00 ad un massimo di € 7,90. Ad incassare sarà il singolo cinema come è sempre avvenuto.

L’importo sarà poi rendicontato al distributore secondo gli accordi di noleggio. La vendita verrà registrata su Borderò seguendo la trafila classica. La prevendita avrà inizio giovedì 21 maggio.

I film di #iorestoinSALA

#iorestoinSALA, inizierà la sua programmazione con quattro film molto attesi: “Favolacce” dei Fratelli D’Innocenzo, che verranno intervistati il 26 maggio da Paolo Mereghetti; “Tornare” di Cristina Comencini, scritto da Cristiana Mainardi e presentato giovedì 28 da Gianni Canova alla presenza delle due autrici; “Georgetown”, attesissimo debutto di Christoph Waltz dietro la macchina da presa; “In viaggio verso un sogno”, film di Tyler Nilson e Michael Schwartz con Shia LaBeouf, considerato dalla critica americana uno dei dieci migliori film indipendenti dell’anno. 

Tra gli altri contenuti disponibili, un focus sul nuovo cinema coreano e, sempre a proposito di Corea, “Memorie di un assassino” del premio Oscar Bong Joon-ho. Per quanto riguarda il cinema italiano, si potranno vedere “La famosa invasione degli orsi in Sicilia” di Lorenzo Mattotti e “Villetta con ospiti” di Ivano De Matteo. 

Tra le altre proposte, “Il Paradiso probabilmente” di Elia Suleiman, “The Farewell – Una bugia buona” di Lulu Wang, “Criminali come noi” di Sebastián Borensztein,”La vita invisibile” di Eurídice Gusmão di Karim Aïnouz. 

Chiudono questo primo elenco “L’hotel degli amori smarriti” di Christophe Honoré, un’intera sezione dedicata al maestro giapponese Ozu e alcune chicche del cinema (restaurato) delle origini da Charlie Chaplin a Buster Keaton ai quali la Cineteca di Bologna lavora da decenni.

Sempre a Bologna si aggiungono “Varda par Agnès” (ancora inedito in Italia), capofila di una dedica in 5 film alla grande regista belga, e una selezione di titoli restaurati in collaborazione il “World Cinema Project” di Martin Scorsese. 

Uno dei film in programmazione Varda par Agnès di Agnès Varda (ancora inedito in Italia)

E dopo la riapertura dei cinema?

Quando è stata in messa in moto la macchina di #iorestoinSALA, si prevedeva una chiusura delle attività molto più lunga. Tuttavia, con l’ultimo decreto, il governo ha deciso di permettere alle sale di riaprire al pubblico dal 15 giugno

Una decisione inaspettata, probabilmente affrettata, perché in questi giorni gli esercenti stanno chiedendo al Ministero dei Beni Culturali di rivedere le norme previste per la ripartenza, giudicate realizzabili solo per le arene all’aperto, quasi impossibili da attuare al chiuso. 

«Quando abbiamo capito che la riapertura del cinema era così vicina, abbiamo riflettuto sul senso di questa iniziativa» ha detto Thomas Bertacche. «Tuttavia, la possibilità di avere a disposizione 67 cinema virtuali ci darà una maggiore libertà. Potremmo ampliare l’offerta, dare dare spazio ad altri film, ad esempio i classici. Non sarà facile, perché siamo abituati a vivere nel mondo vero, ma dovremo abituarci a una comunicazione nuova e diversa, con l’aiuto di Mymovies». 

«Indipendentemente da quando potranno essere riaperte le sale, noi scommettiamo su questa iniziativa perché vogliamo esserci. Il sistema ha le sue regole. Lo sfruttamento dell’online può avvenire dopo 105 giorni dalla prima uscita in sala» ha spiegato Cerri. 

L’idea, quindi, è quella di sfruttare queste “finestre” di tempo per programmare nelle sale virtuali i film che lo spettatore non è riuscito a vedere al cinema.  

Il futuro del cinema, per gli esercenti e distributori che hanno unito le forze nel progetto #iorestoinSALA, è quindi la coesistenza di uno spazio cinematografico fisico e uno virtuale. «Starà a noi essere capaci di far interagire l’esperienza fisica e l’online» ha detto Bertacche.

«In questo black out sociale che ha inghiottito tutto e tutti, il cinema non smette di rappresentare una delle migliori oasi di resistenza: il cinema e la sala sono cultura e mai come oggi, qualsiasi presidio culturale può rappresentare una via d’uscita dall’isolamento. Il cinema e la sala sono oggi più che mai gli antidoti al buio» hanno concluso gli esercenti. 

Ecco perché l’illustrazione di Guido Scarabottolo che accompagna il viaggio tutto italiano di #iorestoinSALA (potete vederla in testa all’articolo) è piena di luci. 

Uno dei film in programmazione: Memorie di un assassino di Bong Joon-ho

Uno dei film in programmazione: Memorie di un assassino di Bong Joon-ho

Compatibilità del servizio

Il servizio sarà accessibile dai seguenti dispositivi:

  • TV
  • Windows 10 / 8.1 / 8 / 7 (Edge 81/80; Firefox 76/68; Chrome 81/75) – scelta consigliata
  • Mac Catalina / Mojave / Sierra / El Capitan / Yosemite / Mavericks (Safari 13/10.1; Edge 81/80; Firefox 76/68; Chrome 81/75) – scelta consigliata
  • iPhone 11 / 8 / XS / XR / 7 (12) / 6S (12) / SE (11) / 6 (11) (Safari)
  • iPad Pro / 7 / 6 / 5 / 7 (12) / 6S (12) / SE (11) / 6 (11) (Safari)
  • Android 10 / 9 / 8 (Chrome)
  • Chromecast (da Android, PC, Mac)
  • Apple TV (da iPhone, PC, Mac)

Le sale aderenti

Piemonte

Acqui Terme – Cristallo Bra – Impero
Novi Ligure – Moderno Ovada (AL) – Splendor

Lombardia

Milano – Anteo Palazzo del cinema Milano CityLife – Anteo
Bergamo – Auditorium
Bergamo – Capitol
Bergamo – San Marco
Cremona – Anteo Spaziocinema Mantova – Del Carbone
Mantova – Mignon
Monza – Capitol Anteo Spaziocinema Sesto San Giovanni – Rondinella Treviglio – Anteo Spaziocinema Varese – Filmstudio 90
Varese – Nuovo
Voghera – Cinema Teatro Arlecchino

Trentino Alto Adige

Trento – Multisala Astra Bolzano – Filmclub
Friuli Venezia Giulia
Udine – Visionario
Udine – Cinema Centrale Pordenone – Cinemazero Trieste – Ariston
Lignano – Cinecity

Veneto

Padova – Lux
Padova – Rex
Bassano del Grappa – Metropolis Cinemas Belluno – Cinema Italia
Schio – Nuovo Cinema Pasubio
Vicenza – Odeon

Emilia Romagna

Bologna – Lumiere
Bologna – Pop UP Cinema Jolly Bologna – Pop Up Cinema Medica Bologna – Pop Up Cinema Bristol Cattolica – Snaporaz
Ferrara – Apollo
Modena – Truffaut
Parma – Cinema Edison D’essai Rimini – Tiberio

Toscana

Firenze – Stensen Firenze – Spazio Alfieri Pisa – Arsenale

Liguria

Genova – Odeon
Genova – Ariston
Genova – Corallo
Genova – City
Genova – Sivori
Diano Marina – Politeama Dianese Imperia – Imperia
Rapallo – Augustus
Santa Margherita – Centrale Savona – Filmstudio
Sestri – Levante Ariston

Marche

Ancona – Azzurro Fermo – Sala Artisti

Umbria

Perugia – Postmodernissimo

Lazio

Roma – Andromeda Cinemas Roma – Madison
Roma – Caravaggio

Campania

Napoli – Modernissimo

Puglia

Bari – Splendor
Brindisi – Andromedamaxicinema

Calabria

Catanzaro – Cinema Teatro Comunale

Sicilia

Palermo – Multiplex Planet La Torre Catania – Planet
Messina – Multisala Iris
Messina – Multisala Apollo Castrofilippo – Multisa Planet La Vigne Siracusa – Multisala Planet Vasquez

Sardegna

Iglesias – Madison

Scroll To Top