Israele-Gaza, Hollywood contro Javier Bardem e Penélope Cruz

Javier Bardem, Penélope Cruz, Pedro Almodóvar, Eduardo Noriega e altre personalità del cinema spagnolo nelle scorse settimane hanno firmato una lettera aperta per denunciare il «genocidio» perpetrato da Israele sulla popolazione di Gaza.

La pubblica presa di posizione, specie da parte delle star più in vista a Hollywood come Bardem e Cruz, coppia anche nella vita, non è però piaciuta ai rappresentanti di alcune major d’oltreoceano.

Ryan Kavanaugh della Relativity Media, «come nipote di sopravvissuti all’Olocausto», definisce «ignorante o antisemita» chiunque accosti la «legittima difesa di Israele» alla parola «genocidio». E aggiunge di aver ricevuto messaggi di sostegno da più di 500 colleghi. A questi si aggiunge Jon Voight, che invita Javier Bardem e Penélope Cruz a «vergognarsi».

Altri preferiscono rimanere anonimi ma un produttore interrogato da The Hollywood Reporter ammette di non essere certo di voler «lavorare ancora con i due attori».

Bardem (qui la lettera originale è riportata integralmente) precisa che «sebbene io sia critico nei confronti delle azioni miliari di Israele, provo grande rispetto per gli israeliani e per i loro lutti. Io e mia moglie Penélope veniamo però additati come antisemiti — esattamente l’antitesi di ciò che siamo, come essere umani. Detestiamo l’antisemitismo tanto quanto detestiamo le orribile e dolorose conseguenze della guerra».

Fonte: The Hollywood Reporter

Scroll To Top