Jafar Panahi: Il cinema si mobilita per il regista iraniano

Con oltre 300 firme importanti raccolte in meno di 10 giorni, la comunità internazionale del cinema presente alla Mostra si mobilita in favore del regista iraniano Jafar Panahi, il vincitore del Leone d’oro del 2000 (“Il Cerchio”) che quest’anno ha fatto giungere a Venezia il suo ultimo lavoro, “The Accordion”, presentato in apertura delle Giornate degli Autori /Venice Days.

Nei giorni in cui l’Iran è al centro dell’attenzione internazionale per più di un motivo, il mondo del cinema chiede la libertà d’espressione e il diritto a svolgere il suo lavoro per uno dei più grandi artisti internazionali, da cinque anni costretto al silenzio e oggi a rischio anche della libertà personale.

Come si sa, Panahi in attesa di processo dopo un lungo periodo in carcere e la liberazione in seguito alle iniziative prese in suo favore al Festival di Cannes, non ha avuto il permesso, da parte delle autorità di Teheran, di accompagnare il suo film a Venezia. L’organizzazione non governativa ART FOR THE WORLD (presieduta da Adelina Von Furstenberg) insieme alle Giornate degli Autori (dirette da Giorgio Gosetti) ha voluto sostenere la sua battaglia di libertà mediante una petizione a cui si sono subito associati moltissimi registi, uomini di cultura, giornalisti, semplici spettatori da tutto il mondo.

Tra i primi firmatari, oltre al Presidente delle Giornate degli Autori, Roberto Barzanti, al Presidente della Mostra Paolo Baratta e al Direttore Marco Müller, a Francesco Di Pace per la SIC, ai rappresentanti delle associazioni di categoria dei registi (ANAC e 100 Autori), dei giornalisti e dei critici (Laura Delli Colli per SNCCI e Bruno Torri per SNGCI), il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti e artisti quali: Willem Dafoe, Manoel De Oliveira, Ambra Angiolini, Omero Antonutti, Gabriele Salvatores, Danis Tanovic, Maya Sansa, Luigi Lo Cascio, Giorgio Tirabassi, Ascanio Celestini, Vladimir Trifonov, Lisetta Carmi, Daniele Segre, Giada Colagrande, Giancarlo De Cataldo, Antonio Capuano, Bertrand Blier, Pappi Corsicato, Fabrizio Gifuni, Valerio Mastandrea, il Comitato di Selezione della Mostra, della SIC e delle GdA, i 27 giovani giurati del progetto europeo “27 volte cinema”.

Scroll To Top