Jafar Panahi: Messaggio a Cannes dal carcere

Il regista iraniano Jafar Panahi, arrestato il 1° marzo a Teheran con l’accusa di girare un film sulle proteste di piazza, e tuttora in carcere, ha inviato un messaggio al Festival di Cannes, dove avrebbe dovuto partecipare come giurato. Il suo posto è stato lasciato dagli organizzatori simbolicamente vuoto.

Nella lettera, inviata anche alle autorita’ francesi, il regista ringrazia per il sostegno ricevuto dopo il suo arresto. Gli organizzatori hanno deciso di leggerla pubblicamente, davanti al Palazzo del Festival alla presenza del ministro della cultura francese Frederic Mitterrand, impegnatosi direttamente per la scarcerazione di Panahi.

Questo un brano toccant e significativo del messaggio: «Ho appreso la notizia del vostro sostegno da parte dei miei familiari, vorrei ringraziare tutti gli organizzatori di questo Festival per questo importantissimo gesto simbolico, per il sostegno e la solidarietà che mi dimostrate. Sappiate che in questo momento riesco ad andare avanti pensando a tutti voi».

Scroll To Top