Jazz:Re:Found 2019: ecco le novità

Una nuova ondata di annunci per l’undicesima edizione di Jazz:Re:Found sta per travolgere tutti quelli che stanno aspettando impazienti l’inizio del festival.

Dal 20 al 23 maggio il Monferrato diventerà la casa in cui sarà raccolta l’essenza della realtà piemontese che da undici edizioni è schierata in prima linea nella ricerca, promozione e valorizzazione della moltitudine di universi sonori della black culture, facendosi portavoce di un festival che nella personalità e visione è tra i più apprezzati non solo a livello nazionale.

Il primo annuncio, nonchè forse il più importante, quello relativo alla location: il cuore del festival sarà infatti il comune di Cella Monte, patrimonio UNESCO, da poco inserito anche nella prestigiosa lista dei “Borghi più Belli d’Italia”. Verrà posto l’accento sul tema della sostenibilità e accessibilità. Attraverso vigneti, architetture storiche, scorci naturali unici sarà possibile provare l’esperienza dell’ottimo cibo a kilometro zero, la visita ad alcune eccellenze architettoniche e paesaggistiche del Monferrato, l’assaggio di performance inedite in cornici intime e una corposa programmazione artistica in cui spiccano nuove sorprese.

Anche la line up infatti si arricchisce: saliranno sul palco del festival i Meute, la Techno marching band che sta facendo impazzire tutta Europa. Si esibiranno poi il pianista francese Chassol con la sua esperienza audiovisiva e a grande richiesta i Colle Der Fomento. Si ricompone il duo composto da Dj Gruff e Gianluca Petrella. In tema di selectors e djs, saranno presenti i dischi del messaggero Red Greg e dell’intramontabile Dj Ralf.

 

 

 

Scroll To Top