John Woo: Leone d’oro alla carriera

Il Leone d’oro alla carriera della Mostra di Venezia del 2010 andrà a John Woo, autore divisorio e contraddittorio, autoriale e commerciale insieme, dalla doppia vita e carriera tra gli Stati Uniti d’adozione e la sua Hong Kong, un connubio di anime e generi che ha contraddistinto quasi tutta la sua produzione sinora.

Il premio gli verrà consegnato alla prossima (67ma) manifestazione sul Lido, che si svolgerà tra l’1 e l’11 settembre 2010. Ad annunciarlo la Cda della Biennale di Venezia, presieduta da Paolo Baratta, che ha accettato la proposta del direttore della Mostra, Marco Müller, con questa motivazione: “un cineasta che negli ultimi decenni, con la sua rivoluzionaria concezione della messa in scena e del montaggio, ha rinnovato dalle fondamenta, portandolo alla più estrema stilizzazione, il film d’azione, tanto in Asia che a Hollywood”.

Woo non è affatto nuovo al Lido: c’è già stato ben quattro volte. Tra i suoi film più famosi ricordiamo i due capitoli di “A Better Tomorrow”, seguiti dal bellissimo “The Killer”, “Bullet in the head”, “Once a thief” e “Hard Boiled”, l’ultimo girato a Hong Kong prima di trasferirsi negli Stati Uniti dove ha poi realizzato “Face/Off”, “Mission Impossible: 2″, “Windtalkers”, per poi tornare ne 2008 a girare in Cina per il kolossal “La Battaglia Dei Tre Regni”.

Scroll To Top