Kayne West, forse il nuovo LP per il lancio della piattaforma di Apple

Apple è in procinto di lanciare Beats, un servizio di streaming musicale, settore in cui fino ad ora primeggia Spotify. Apple potrebbe integrare Beats con iTunes e mettere in piedi un servizio comprensivo di noleggio e acquisto di brani. Per sbaragliare i rivali avrebbe fatto pressioni sulle etichette discografiche tanto da far scattare l’attenzione dell’autorità Usa per la concorrenza.
Fioccano indiscrezioni, ma soprattutto speculazioni, sulle mosse che l’azienda californiana avrebbe in serbo per il lancio di Beats sul mercato: Buzzfeed riferisce di una soluzione che potrebbe ricordare quella escogitata dall’azienda un tempo guidata da Steve Jobs alla fine della scorsa estate, quando – in esclusiva mondiale, e in concomitanza con la presentazione dell’iWatch – agli iscritti iTunes venne “regalato” il nuovo album da studio degli U2, “Songs of Innocence”. Protagonista della mossa di marketing, questa volta, sarebbe Kanye West, che ha pronto un nuovo album di studio nuovo e pronto alla pubblicazione, ideale seguito di Yeezus del 2013: stando al sito americano, “SWISH” (questo l’ipotetico titolo del nuovo disco) potrebbe essere oggetto di un’operazione analoga, seppure non nell’immediato futuro.

Ricordiamo che West è co-fondatore di TIDAL, il servizio di streaming che rispetto all’ipotetico nuovo servizio di casa Apple è un concorrente. Considerando l’ossessività per il brand del rapper statunitense, non crediamo che un piccolo intoppo come questo possa, in qualche modo, bloccare le trattative.

Scroll To Top