Kelis: Difende l’uso delle pellicce

In una lettera aperta alla PETA, pubblicata sul suo Myspace, Kelis ha apertamente difeso la sua scelta di indossare capi in pelliccia.
Rispondendo a un invito dell’organizzazione che combatte per i diritti degli animali, Kelis ha affermato che indossare pellicce non è grave come “le donne che vengono mutilate”, l’uso continuo di lavoratori sottopagati o la situazione dei diritti delle donne in America.

Se iniziassi a indossare pellicce di animali in via d’estinzione, come orsi polari o oranghi – ha detto la cantante – allora ditemelo: io credo nella conservazione della specie. Ma non per i cincillà e i visoni, che sono roditori e se non fossero sotto forma di cappotto vorrei comunque che venissero uccisi“.

Ha aggiunto: “Non è solo per l’aspetto delle pellicce. Sono caldissime e ti fanno sentire grande. Avete mai provato la sensazione della pelliccia finta sul vostro corpo? Non ha niente di lussurioso. Se volete farmi piacere, combattete per qualcosa che valga la pena, e non sprecate il mio tempo cercando di salvare i dannati roditori“.

Scroll To Top