Kiefer Sutherland: Da 24 all’horror

Il grande protagonista della serie televisiva “24″, Kiefer Sutherland, dopo aver aderito all’ultimo progetto di Lars Von Trier, “Melancholia”, sarà anche il protagonista di un film horror alquanto sanguinolento intitolato “Growl”.

La pellicola, diretta da Sxv’Leithan Essex e prodotta da Lee Cleary è incentrata su una sorta di fight club nomade che arriva in una città spopolata nelle Colorado Rockies, i cui unici abitanti, la famiglia Maxilla, sono intenzionati ad entrare nel gruppo. Si scatenerà così una vera e propria lotta tra i membri del fight club, chiamato “The Brawlers” e i componenti della famiglia Maxilla che ben presto riveleranno la loro vera natura.

Le dichiarazioni del regista, poi, fanno pensare ad un ottimo film: “È una sorta di Fight Club contro i lupi mannari” ha spiegato il regista Sxv’Leithan. “Due delle entità che preferisco gettate sul ring per vedere chi avrà la meglio. Ma ciò amo di più è la rappresentazione dei personaggi. Ho cominciato a scrivere col desiderio di diventare un regista dopo aver visto al cinema la saga di Alien e il modo in cui James Cameron si è preso cura dei personaggi. Io amo i personaggi di Growl, sono come la mia famiglia e mi dispiace ucciderne alcuni, ma moriranno di una morte gloriosa. Sono un appassionato dell’horror e scrivo pensando sempre ai pilastri del genere, creando il tipo di film che vorrei vedere al cinema. Se Growl andrà bene abbiamo già pronto il plot per una trilogia, oltre a una graphic novel che narra il prequel della storia e un videogame legato agli eventi e ai personaggi di Growl 2. Così potremo spiegare il background dei personaggi creando strette connessioni tra la graphic novel e il videogame. Non è solo un modo per fare soldi, ma è un omaggio ai fan del genere horror come me. Voglio restare nel mondo di Growl il più a lungo possibile”.

Scroll To Top