Korea Film Fest 2020: anche il festival di cinema coreano di Firenze è stato rinviato a maggio

Correlati

A pochi giorni dall’annuncio del ricco programma dell’edizione 2020, anche l’organizzazione del Korea Film Fest di Firenze si è vista costretta a rinviare l’evento per far fronte all’emergenza Coronavirus, facendo slittare le date da marzo a maggio.

Il nuovo appuntamento è dunque dal 21 al 29 maggio a Firenze, sempre negli spazi del cinema La Compagnia di Firenze e MAD – Murate Art District.

La decisione è stata presa da Riccardo Gelli, direttore e ideatore del festival, Console onorario della Repubblica di Corea in Toscana, in accordo con Fondazione Sistema Toscana, in “ottemperanza alle nuove disposizioni ministeriali relative agli accessi in spazi chiusi e affollati”.

Il festival infatti richiama sempre un gran numero di spettatori e, ha spiegato Gelli, “In un contesto di incertezza preferiamo spostare le date per godere in pieno il festival e la cinematografia coreana e abbiamo pensato a fine maggio come periodo migliore per spostare la manifestazione”.

Quanto al programma, almeno per ora, non sembrano esserci cambiamenti: ci aspetteranno dunque le masterclass con l’attore l’attore Cho Jin-woong (A Hard Day, Man of Will, Black Money) e con il compositore Mowg (Burning, I Saw The Devil, Masquerade), e una lineup ricca di film e cortometraggi a partire dall’evento di apertura per Black Money di Chung Ji-young e una nuova chance per vedere al cinema Parasite di Bong Joon Ho, il titolo vincitore di quattro premi Oscar tra cui Miglior Film e Miglior Regia.

Ancora, K-History, un focus storico sul passato della società coreana; Orizzonti Coreani, dedicata al cinema contemporaneo con titoli campioni d’incassi in patria e premiati nei festival di tutto il mondo; Independent Korea, che ospita lavori di giovani e talentuosi registi fuori dalla rete della grande distribuzione; Corto, Corti, il meglio dei cortometraggi passati ai festival più importanti. In cartellone anche la VR Virtual Reality Experience sezione dedicata alla realtà virtuale e K-Documentary, la nuova sezione del festival che ospiterà alcuni documentari che affronteranno il tema della natura e la scoperta della Corea del Nord.

Scroll To Top