L’Italia si racconta: Sei documentari nei cinema di Roma e del Lazio

Anija–La nave” di Roland Sejko, “Terramatta;” di Costanza Quatriglio, “L’ultimo pastore” di Marco Bonfanti, “Monicelli – La versione di Mario” di Mario Canale, Felice Farina, Mario Gianni, Wilma Labate e Annarosa Morri, “Il corpo del duce” di Fabrizio Laurenti, “Hitler e Mussolini – L’operà degli assassini” di Jean-Christophe Rosè: sono i sei documentari della rassegna L’italia si racconta — a cura di Luce-Cinecittà e Anec Lazio — che da oggi, e poi ogni primo lunedì del mese, saranno proiettati in diciassette sale cinematografiche di Roma e del Lazio, «in più spettacoli e con possibilità di repliche nei giorni successivi e presentazioni degli autori». Il biglietto di ingresso sarà sempre di 3,50 euro.

«Il documentario è storicamente un genere sperimentale — dice Rodrigo Cipriani Foresio, presidente di Luce-Cinecittà — con cui tutti i grandi registi cinematografici si sono misurati; un genere che grazie alle nuove tecnologie digitali si sta rilanciando anche nelle sale.. Mi auguro che il pubblico risponda con favore a questa novità».

«L’obiettivo — continua il presidente di Anec Lazio Giorgio Ferrero — è far sì che il cinema documentario di grande interesse non resti negli archivi ma che, al contrario, possa arrivare al grande pubblico attraverso le sale cinematografiche che diventano così un mezzo per rinfrescare la memoria collettiva del nostro Paese».

INFO sulla programmazione, le sale e i film:
Cinecittà Luce / facebook
Anec / facebook

Scroll To Top