La Golino esordisce nel lungometraggio: Un film sull’eutanasia

Dopo il buon successo di critica ricevuto dal suo primo cortometraggio “Armandino E Il Madre” l’attrice napoletana ritenta la strada d’autrice, esordendo stavolta nel lungometraggio. Per il suo esordio ha scelto di trarre un film dal libro “Vi Perdono” di Angela Del Fabbro, pubblicato da Einaudi.

Prodotto da Buena Onda, casa di produzione fondata dalla Golino col suo compagno Riccardo Scamarcio, racconta la storia di una trentenne, Miele, che pratica l’eutanasia clandestinamente su malati terminali, per aiutarli a porre fine alle loro sofferenze. Finché un giorno si troverà di fronte un anziano signore che chiede il suo aiuto… pur godendo di ottima salute.

Cosa farà a quel punto?

La sceneggiatura è cofirmata dalla Golino con Valia Santella e Francesca Marciano.

Scroll To Top